15/11/2010

!!!

Magazzini Generali, Milano


di Stefano Bartolotta
!!!
Con un ultimo disco di qualità senz'altro migliore del precedente, ma che non arriva certo al livello delle cose migliori espresse dalla band, ed una lineup rinnovata a seguito di abbandoni volontari e morti tragiche, c'era una certa curiosità nell'assistere ad un live di questi nuovi !!!. Non che si temesse il rischio di una performance di scarso valore: anche se non gode più dell'hype di qualche anno fa, Nic Offer ha comunque una certa autorevolezza, da cui deriva la possibilità di scegliersi degli ottimi musicisti per continuare la propria avventura. Era comunque interessante capire se il leader si fosse mosso nella riorganizzazione dei propri scudieri per ricreare lo stesso tipo di live della formazione precedente, oppure se avesse deciso di dare sfumature differenti alla resa dal vivo dei brani del suo progetto.
Alla fine dei 75 minuti suonati qui a Milano, l'impressione è che il percorso di come impostare i concerti stia andando in senso opposto rispetto a quello relativo ai dischi. Così come "Strange Weather, Isn't It", l'ultima fatica del gruppo, si toglie un po' dell'adrenalina propria del predecessore "Myth Takes" e torna a muoversi sui territori space rock vicini a "Louden Up Now", allo stesso modo il live è più energico e d'impatto che mai, per quanto riguarda sia il suono che la tenuta del palco da parte di Offer. La cosa più importante, comunque, è che anche in questa veste i !!! sanno entusiasmare il pubblico non tanto sfruttando l'intensità del proprio suono, ma soprattutto grazie alla sua qualità.

Rispetto alle ultime volte in cui i !!! sono passati dall'Italia, nel 2007, sono sempre cinque le persone addette alla parte strumentale del live. Di questi, il bassista ed il batterista non si staccano mai dalle proprie postazioni, mentre gli altri tre si alternano tra chitarre, tastiere, percussioni aggiunte ed uno sporadico utilizzo di sax e tromba.Rispetto al passato, comunque, non si punta ad una riproduzione di tutte le diverse soluzioni tecniche ed emozionali presenti nel repertorio del gruppo, ma si decida, in nome di una maggior fruibilità del concerto, di puntare sull'immediatezza del suono e dello sviluppo dei brani.
Ciò, però, non significa che manchi fantasia e ricercatezza nell'esecuzione, anzi: la sezione ritmica è, come di consueto, estremamente vitale e pulsante, aiutata dall'elettronica e dalle citate percussioni aggiunte, e se risulta più potente rispetto al passato, non è certo per nascondere eventuali mancanze in termini di capacità tecnica e qualità, che anzi restano elevatissime; le interazioni tra gli altri strumenti citati continuano anch'esse a risultare molto fantasiose, mai scontate e sempre funzionali alla resa dei brani, senza che mai diano l'impressione di un esercizio di stile fine a se stesso; la voce di Offer è più in forma che mai e ad essa si accompagna quella di una grintosa vocalist di colore, uno stacco senz'altro netto rispetto alla morbidezza del cantato del transfuga John Pugh, ma una scelta perfettamente in linea con il descritto nuovo corso del live dei !!!. Non si può poi far a meno di elogiare la capacità da frontman di Nic, ancora migliorata rispetto al passato: le sue caratteristiche movenze con le braccia tese riversano sul pubblico cascate di leadership, personalità ed adrenalina, e l'effetto è ulteriormente aumentato dal fatto che Offer si sposta veramente dappertutto nel corso della performance, passando dal palco alla balconata dei Magazzini Generali, alla transenna per aumentare la sensazione di contatto con i fan.

La gente non può far altro che ballare a più non posso e tributare grandi ovazioni al gruppo, sia quando vengono suonate le canzoni nuove, che occupano la maggior parte dello spazio in setlist, che nei momenti di riproposizione del passato. Una serata trionfale per i !!!, che a loro volta sono entusiasti dell'accoglienza del pubblico milanese e ringraziano suonando una canzone in più rispetto a quanto programmato. Per Nic Offer e soci saranno anche passati i tempi d'oro per quanto riguarda la qualità dei dischi, ma i loro concerti meritano sempre di più di essere visti, ballati e sudati al massimo.

Foto di Marina Ravizza
Setlist
1. Am/Fm

2. Wannagain wannagain

3. The most certain sure

4. Jamie, my intentions are bass

5. Must be the moon

6. Steady as the sidewalk cracks

7. Yadnus

8. Me and Giuliani down by the school yard

9. The hammer

10. Heart of hearts


11. All my heroes are weirdos

12. Intensify

Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.