12-06-2018

Il programma del Frantic Fest 2018, dal 16 al 18 agosto a Francavilla al Mare

di Marco De Baptistis

Dal 16 al 18 Agosto prossimi si terrà a Francavilla al Mare, nei locali del Tikitaka Village, l'edizione 2018 del Frantic Fest.
L'eclettico e coraggioso festival abruzzese spazierà dal noise-metalcore degli Unsane al viking/black metal degli Enslaved; dal neofolk di Rome e King Dude al punk degli Exploited, non disdegnando l'elettronica breakcore di Igorrr e il black/death metal dei Bölzer.

Un evento da non perdere, tra mare, ottimo cibo e calorosa accoglienza, con la possibilità di free camping.
L'abbonamento per l'intero Festival è acquistabile al prezzo di 55 € (link per l'acquisto) mentre i biglietti per le singole giornate sono disponibili a 25 € (link).

Di seguito, il programma completo dei tre giorni del Festival:

Giovedì 16 agosto:
Igorrr
GBH
UNSANE
ROME
Yawning Man
Caronte
Ruby the Hatchet
+ 1 Band TBA

Venerdì 17 agosto:
Enslaved
BÖLZER
Sadistic Intent
HIRAX
Grave Desecrator
Dehuman
+ 2 Bands TBA

Sabato 18 agosto:
The Exploited
King Dude
Birdflesh
The Secret
Slander
+ 3 Bands TBA



Rome su OndaRock
Recensioni

ROME

Hall Of Thatch

(2018 - Trisol)
Jérôme Reuter torna con un nuovo disco per Trisol, ispirato a un viaggio in Vietnam

ROME

The Hyperion Machine

(2016 - Trisol)
Il ritorno di Jerome Reuter, cantore neofolk del nuovo millennio

ROME

A Passage To Rhodesia

(2014 - Trisol)
Il lussemburghese torna con un concept sulla breve ma tormentata storia della Rhodesia

ROME

Hell Money

(2012 - Trisol)
La definitiva metamorfosi cantautorale del principe del neo-folk

ROME

Die Aesthetik Der Herrschaftsfreiheit

(2011 - Trisol)
L'opera monumentale e instabile dell'artista lussemburghese

ROME

Flowers From Exile

(2009 - Trisol)
Puntuale nuova uscita per il prolifico progetto dark-folk del songwriter Jerome Reuter

ROME

Masse Mensch Material

(2008 - Cold Meat Industry)
La dark-wave dell'artista lussemburghese, alla terza prova

ROME

Confessions d'un Voleur d'Ames

(2007 - Cold Meat Industry)
Secondo, intenso album per la nuova stella della scena dark europea

Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.