10-01-2013

I dettagli di ‘Mala’, nuovo disco di Devendra Banhart

di Guia Cortassa
Uscirà il prossimo 12 marzo e sarà la prima release dopo la firma con la Nonesuch Records: Devendra Banhart torna sulle scene con il suo ottavo disco in studio.
Co-prodotto dallo stesso cantautore e dal suo storico chitarrista, Noah Georgeson, "Mala", questo il titolo, è stato registrato nell’home studio Losangelino di Banhart, prima del suo trasferimento a New York, con un Tascam trovato in un banco dei pegni. "Molto del primo hip-hop era fatto con i Tascam" ha spiegato lo stesso Banhart "e sapendo che i miei pezzi non sono in nessun modo hip-hop, abbiamo pensato fosse interessante capire come potessero suonare con questa tecnologia".
Il titolo, "Mala", è ispirato all’attuale fidanzata del cantautore, la designer serba Ana Kras: "mala", in lingue est-europee, infatti, sarebbe un vezzeggiativo affettuoso; la copertina, invece, è un dipinto realizzato da Banhart stesso, artista, oltre che musicista, con un curriculum espositivo di tutto rispetto.

Questa la tracklist:

1. Golden Girls
2. Daniel
3. Für Hildegard von Bingen
4. Never Seen Such Good Things
5. Mi Negrita
6. Your Fine Petting Duck
7. The Ballad of Keenan Milton
8. A Gain
9. Won’t You Come Over
10. Cristobal Risquez
11. Hatchet Wound
12. Mala
13. Won’t You Come Home
14. Taurobolium

Il primo singolo, "Für Hildegard von Bingen", è ispirato a una santa cattolica del 12mo secolo anche compositrice, scrittrice e teologa. Spiega il cantautore: "Nella mia testa c’era questo piccolo film, un universo alternativo, credo: Hildegard è sequestrata nel suo monastero, un giorno riceve una cassetta VHS con i primi VJ di MTV, e impazzisce: "È la cosa che fa per me", sostiene "Questo è il modo in cui trasmetterò il mio messaggio", così, scappa dal monastero... e diventa una VJ"



Devendra Banhart su OndaRock
Recensioni

DEVENDRA BANHART

Mala

(2013 - Nonesuch)
L’ex-alfiere del pre-war folk riparte all’insegna di un pop fai-da-te dal taglio essenziale

DEVENDRA BANHART

What Will We Be

(2009 - Warner)

Meno travestimenti e più classicismo per il debutto su major di Devendra Banhart

DEVENDRA BANHART

Smokey Rolls Down Thunder Canyon

(2007 - XL Recordings)
Prosegue la metamorfosi hippie del folksinger americano

DEVENDRA BANHART

Cripple Crow

(2005 - XL Recordings)

DEVENDRA BANHART

Rejoicing In The Hands

(2004 - Young God)
Un disco che prende le mosse dai primi canti intonati alla luna dagli avi appena giunti nel Nuovo Mondo ..

DEVENDRA BANHART

Niño Rojo

(2004 - Young God)

News
Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.