21-03-2016

"In God's House": la nuova, struggente clip di Bat For Lashes [VIDEO]

di Giovanni Ferrazzano
Prima di raggiungere la fama nei panni di Bat For Lashes, Natasha Khan si é laureata in arti visive all'università di Brighton e, anche se si fosse all'oscuro della sua attività sul fronte prettamente artistico, questo genere di formazione non sarebbe difficile da indovinare guardando i video delle sue canzoni. Fortemente cinematici, minuziosamente composti, essi sembrano ideati per sopravvivere autonomamente anche se venissero separati dalla materia musicale che li origina.
Tutto questo appare ancora più chiaro nel caso di "In God's House", il nuovo singolo che anticipa il suo prossimo disco "Bride". Alla lettura del video, ideato e diretto dalla stessa Khan assieme a John de Menil e introdotto da quelli che sembrano i titoli di qualche sconosciuto film anni '70, va aggiunto il livello narrativo della storia raccontata dal nuovo concept-album: la storia di uno sposo che muore in un incidente automobilistico, mentre si sta dirigendo verso il matrimonio, e della sua consorte, costretta ad affrontare il terribile percorso di chi, alle tragedie, sopravvive. Ed ecco iniziare a svelarsi la densa simbologia del video: la terra desolata, il tumulo, il battere disperato della sposa contro l'automobile chiusa dall'interno, come nel tentativo di espugnare un mistero indecifrabile, mentre una grande, inesorabile oscurità le cala attorno. Il brano, dal canto suo, non é meno efficace: una sessione ritmica possente ed ossessiva, memorie dei Cure di Pornography, scandisce il ritmo del lutto inscenato, mentre le altezze della voce di Natasha Khan e dei sintetizzatori ci indicano la direzione di qualche etereo altrove. 
 
L'uscita di "Bride", prevista il 1° luglio 2016, era stata annunciata la settimana scorsa e accompagnata dalla pubblicazione di un teaser contenente l'audio della stessa "In God's House". Potete trovarlo qui, assieme al video ufficiale del brano.








Bat For Lashes su OndaRock
Recensioni

BAT FOR LASHES

The Bride

(2016 - Parlophone)
Al quarto album, Natasha Khan intraprende una lenta e sofferta luna di miele

BAT FOR LASHES

The Haunted Man

(2012 - Parlophone)
Un tormentato gioco di luci e ombre nel terzo album di Natasha Khan

BAT FOR LASHES

Two Suns

(2009 - Parlophone)
L'atteso ritorno della creatura di Natasha Kahn, dopo il successo di "Fur And Gold"

BAT FOR LASHES

Fur And Gold

(2007 - Echo)
Natasha Khan e i suoi scenari fantasy, cullati da melodie elettro-folk

News
Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.