17-05-2018

Oblivians, al via il tour italiano dopo nove anni

di Stefano Ferreri

Sono attesi in Italia dopo quasi nove anni gli Oblivians, con ogni probabilità la più grandiosa compagine garage-punk nata negli anni novanta. Fermo discograficamente dalla preziosa rentrée di “Desperation”, un lustro fa ormai, il terzetto di Memphis composto da Greg Cartwright (Compulsive Gamblers, Reigning Sound, Deadly Snakes, Detroit Cobras), Jack Yarber (Compulsive Gamblers, The Cool Jerks, ’68 Comeback) e Eric Friedl (fondatore della Goner Records e mecenate per il compianto Jay Reatard) torna a presentare ai suoi aficionados europei le incendiarie canzoni dei tre imprescindibili album usciti su Crypt nel triennio 1995/97, “Soul Food”, Popular Favorites” e “Play 9 Songs With Mr. Quintron”.

Ben quattro le date italiane, con menzione speciale per quelle di Ravenna e Torino, dove la band statunitense torna a esibirsi dopo il tour della reunion dell’estate del 2009, quando i palchi dell’Hana-Bi e dello Spaziale Festival furono condivisi con i non meno fondamentali Gories di Mick Collins:

19 maggio - Monk, Roma
20 maggio - Bronson, Ravenna 
21 maggio - Bloom, Mezzago (MI)
22 maggio - Spazio 211, Torino



Oblivians su OndaRock
Recensioni

OBLIVIANS

Desperation

(2013 - In The Red)
Un convincente ritorno in pista per i padrini del garage anni 90

Live Report
Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.