30-09-2018

Morto il bluesman Otis Rush

di Massimiliano Speri
La leggenda del blues Otis Rush è morto il 29 settembre a 84 anni a causa delle complicazioni di un infarto avuto nel 2003. Nato nel Mississippi e poi affermatosi tra i pionieri del blues elettrico di Chicago, Rush era noto per essere stato uno dei primi chitarristi mancini e per il suo caratteristico modo di suonare e impugnare lo strumento. Classici del suo repertorio come "I Can't Quit You Baby" e "Double Trouble" (ripresi rispettivamente dai Led Zeppelin e da Eric Clapton) sono entrati di diritto nella storia del genere. Il suo ultimo album in studio, "Any Place I'm Goin'", è uscito nel 1998. Nel 1984 è stato introdotto nella Blues Hall Of Fame, mentre nel 2016 il sindaco di Chicago Rahm Emmanuel ha proclamato ogni 12 giugno cittadino "Otis Rush Day".



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.