11-10-2018

Parte il Time Zones: ospiti, tra gli altri, Goblin, Ralph Towner, Gareth Sager e Baby Dee

di Redazione Ondarock
Prende il via ufficialmente l'edizione 2018 del Time Zones, la storica rassegna pugliese dedicata alle musiche sperimentali. Dopo l'anteprima che a settembre ha visto esibirsi l'ex-chitarrista dei Sonic Youth Lee Ranaldo e Terry Riley, domani sarà la volta di Claudio Simonetti e dei suoi Goblin: la band sonorizzerà dal vivo la colonna sonora di "Profondo rosso", grazie alla quale a metà anni 70 divennero celebri. Ad aprire la serata ci sarà Father Murphy, il duo che Simon Reynolds ha definito come la nuova "psichedelia occulta italiana" e che è diventato noto per gli spettacoli dal vivo di grandissima intensità.


Sabato 20 ottobre (ore 21.00, Teatro Palazzo, Bari) Theo Teardo e Elio Germano portano in scena Viaggio al termine della notte di Louis Ferdinand Céline in una versione completamente rinnovata nelle musiche e nei testi. Avvalendosi della straordinaria sensibilità interpretativa di Elio Germano, Teardo ripercorre musicalmente alcuni frammenti del “Viaggio” restituendo, in una partitura inedita, la disperazione grottesca di questo capolavoro di scrittura che ritrova nuove dinamiche espressive nella combinazione di archi, chitarra e live electronics. Una fusione di sonorità cameristiche che guardano a un futuro tecnologico nel quale le immagini evocate dal testo interpretato da Germano si inseriscono nelle atmosfere cinematiche di Teardo. Il giorno dopo, domenica 21 ottobre, l’innovazione in ambito musicale sarà rappresentata da Ralph Towner (ore 21.00, Teatro Palazzo, Bari), uno dei veri innovatori nel panorama musicale moderno. Artista dalle idee sempre ‘fresche’ a dispetto di una carriera lunga oltre 40 anni, Towner è conosciuto come autore principale, chitarrista e tastierista del mitico ensemble jazz acustico degli Oregon, ma ha avuto anche una ricca e variegata carriera da solista che ha visto fruttuose e memorabili collaborazioni musicali con grandi musicisti moderni come Gary Burton, John Abercrombie, Egberto Gismonti, Larry Coryell, Keith Jarrett, Jan Garbarek e Gary Peacock. Ad aprire la serata ci sarà Andrea Belfi, musicista che combina abilmente un semplice set di batteria con una componente elettronica altrettanto minimale.

Il programma prosegue poi con la sezione LITERATURE, che per il 2018 vede la collaborazione fra Paolo Panaro e Gianni Lenoci in PROUST PROJECT, l'evento che si svilupperà nei giorni 17, 18, 19, 23, 24 e 25 ottobre ore 21,00 presso l'Auditorium Vallisa. Uno spettacolo interamente dedicato alla Recherche di Marcel Proust e che vedrà il maestro Paolo Panaro assieme a Gianni Lenoci, un grande ed eclettico pianista per rimodulare i sospiri del capolavoro del letterato francese.

La XXXIII edizione di Time Zones prevede successivamente la sezione OLTRE CONFINI dove la grande musica arriva nel quartiere San Paolo di Bari negli spazi dell'Auditorium Fondazione Giovanni Paolo II ed in coproduzione con il Conservatorio Niccolò Piccinni. La sezione PIANO ZONES vedrà invece le esibizioni di grandi artisti internazionali nell'Auditorium Vallisa di Bari e nel Teatro Van Westerhout di Mola Di Bari per un serrato programma che mette in fila artisti di grandissimo rilievo come Gareth Sager, Baby Dee, Daniela Mastrandrea, Charlemagne Palestine, Mauro Sabbione, Alex Maguire, El Gabinete ensamble e Mattia Vlad Morleo.



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.