Counting Crows

Hard Candy

2001 (Geffen) | country-rock

A nove anni di distanza da quell'"August and Everything After", con il quale fecero il loro folgorante esordio, i californiani Counting Crows ritrovano forma e ispirazione migliori con il nuovo album, "Hard Candy". Innanzitutto occorre fare un minimo d'ordine partendo dal singolo "American Girls" che ne ha anticipato l'uscita. I singoli in realtà sono due e la copertina si differenzia solo per il faccione di Duritz che in una è più grande. Cambiano però i brani che seguono l'hit radiofonico. "Start Again" di Norman Blake, famoso chitarrista acustico e session man negli anni sessanta di Bob Dylan, e "Someday" di Mark Linkous degli Sparklehorse completano il primo singolo. Il secondo, quello appunto con il faccione più grande, contiene invece una spettacolare versione acustica di "Blues Run Again", brano cantato da Paul Simon, scritto da Jackson C. Frank - famoso folksinger degli anni '60 - e "Mercy" altrettanto bella cover del brano di Kurt Stevenson. Anche per l'album due versioni.

L'edizione speciale contiene due bonus tracks: "Four White Stallions" di Patrick Winningham e "Big yellow taxi" di Joni Mitchell. Fatta un po' di chiarezza e spaventati ancora un volta i collezionisti, possiamo parlare della versione "classica" di "Hard Candy". Evitiamo ogni indugio e diciamo subito che il disco è molto bello e le atmosfere alle quali ci hanno abituato i Counting Crows sono ancora più rarefatte. La solarità di alcuni brani nasconde solo in parte i testi cupi e riflessivi tipici del carattere introverso di Duritz. La title track apre il cd con una raffinata melodia, seguita dal singolo "American Girls" (venduto alla Coca Cola per i suoi spot televisivi americani) frizzante e trascinante, nel quale appare anche la voce di Sheryl Crow. "Good Time", lenta e cantata con pathos, precede "If I Could Give All My Love (Richard Manuel Is Dead)", dedicata al pianista di The Band. Richard Manuel era un idolo di Duritz e come lui stesso dice ci sono voluti, senza sapere perché, 15 anni prima di riuscire a dedicargli una canzone. E' un brano coinvolgente, trascinato dal grande lavoro di piano e chitarre elettriche. "Goodnigth LA" è una ballata lenta e struggente, di quelle che si insinuano sottopelle. "Butterfly in Riverse" è scritta e cantata con l'amico Ryan Adams che gli rende così il favore per aver cantato in "Answering Bell" su "Gold".
"Miami", altra ballata, una delle migliori, si evidenzia per un intrigante ritornello e per l'elettrica in gran spolvero che lo segue. Dopo "New Frontier", grande spazio al piano per "Black in Blue", per "Up All Night", il cui muoversi notturno ha un impatto notevole, e per la conclusiva "Holiday in Spain".

La produzione, affidata questa volta a Steve Lillywhite (Rolling Stones, U2, Dave Matthews) in collaborazione con Etan Jones (uno dei migliori produttori di roots singers americani) e Carl Glanville, ha fatto un grandissimo lavoro su "Hard Candy". La musica dei Counting Crows fluisce sempre coinvolgente e i suoni puliti lasciano alla voce di Duritz tutto lo spazio che merita. Tutto porta a pensare che il successo di "August and Everything After" possa ripetersi cancellando, finalmente, i fantasmi che tormentavano Adam Duritz.

(24/10/2006)

  • Tracklist
1. Hard Candy
2. American Girls
3. Good Time
4. If I could Give All My Love -or- Richard Manuel Is Dead
5. Goodnight L.A.
6. Butterfly in Reverse
7. Miami
8. New Frontier
9. Carriage
10. Black and Blue
11. Why Should You Come When I Call?
12. Up All Night (Frankie Miller Goes to Hollywood)
13. Holiday in Spain
Counting Crows su OndaRock
Recensioni

COUNTING CROWS

Somewhere Under Wonderland

(2014 - Capitol Records)
I fasti di Mr Jones sono lontani, ma la band californiana invecchia bene

COUNTING CROWS

Underwater Sunshine

(2012 - Cooking Vinyl)
Il ritorno della band americana con un convincente disco di cover

COUNTING CROWS

Saturday Nights & Sunday Mornings

(2008 - Geffen)
Il ritorno della band di Duritz, a sei anni dall'ultimo album

News
Counting Crows on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.