New Order

Get Ready

2001 (Warner) | pop

“Get Ready” è l’atteso ritorno dei New Order dopo otto anni di silenzio. Un disco che riporta alla ribalta la band che ha raccolto la pesantissima eredità dei Joy Division ed è stata uno dei nomi di punta del synth-pop britannico per tutti gli anni 80. Otto anni hanno significato anche impegni e collaborazioni importanti per il duo Bernard Sumner-Peter Hook, il primo a fianco di Johnny Marr (ex-Smiths) negli Electronics, il secondo con i Monaco. E una evoluzione del tipico sound targato New Order si può cogliere fin dalle prime note del singolo “Crystal”, il vibrante brano d’apertura, intessuto di riff energici e poderose linee di basso.

Rispetto all’elettro-pop ormai un po’ “di maniera” del precedente “Republic”, il Nuovo Ordine è quello di accentuare le tonalità rock, ma senza dimenticare quel connubio synth-batteria che aveva fatto della band inglese un riferimento anche in discoteca (vedi il travolgente hit “True Faith” del 1987). Si regge su questo equilibrio anche “Turn my way”, il brano al quale ha collaborato Billy Corgan e che sembra un perfetto ibrido di New Order e Smashing Pumpkins. L’attacco “dark” di “Primitive Notion”, quasi un omaggio al passato glorioso dei Joy Division, acuisce però la nostalgia per la voce dell’indimenticabile Ian Curtis, mentre “Rock the shack” è una collaborazione non del tutto riuscita con Bobbie Gillespie dei Primal Scream.

L’elettronica riprende il sopravvento in “Someone like you” e la ballata finale di “Run Wild” chiude l’album nel segno di un pop intimista e romantico. In bilico tra gli Smashing Pumpkins di “Adore” e gli U2 “stagionati” di “All that you can't leave behind” (ma non lontano anche dal sound dei tardi Cure), “Get Ready” aggiorna con meticolosità tutte le tendenze più raffinate del pop attuale, ma non riesce a innestarvi quelle tinte decadenti e ossessive che avevano fatto la fortuna prima dei Joy Division e poi degli stessi New Order.

(24/10/2006)



  • Tracklist

1. Crystal

2. 60 Miles an Hour

3. Turn My Way

4. Vicious Streak

5. Primitive Notion

6. Slow Jam

7. Rock the Shack

8. Someone Like You

9. Close Range

10. Run Wild

New Order su OndaRock
Recensioni

NEW ORDER

Music Complete

(2015 - Mute)
Il grande ritorno della band mancuniana, con una nuova formazione e undici brani che guardano con fierezza ..

NEW ORDER

Waiting For The Sirens' Call

(2005 - Warner Music)
Il nuovo album della band inglese, affiancata da un tris di produttori d'alta scuola

NEW ORDER

Power, Corruption and Lies

(1983 - Factory)
Un approccio viscerale nel connubio tra umani e macchine. È il Nuovo Ordine pop

News



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.