Ladytron

Light & Magic

2002 (Emperor Norton) | synth-pop

Una delle cose su cui si sono trovati d'accordo gli appassionati e i critici, riguardo l'anno appena passato, è stata l'affermazione definitiva di quel fenomeno musicale che viene etichettato come electroclash. Nel generale recupero del ricchissimo patrimonio new wave, l' electroclash è quello che guarda, oltre ai maestri Kraftwerk, al synth-pop, a certa elettronica ambient o da ballo, e in parte alla house dei primordi.

Naturalmente trattasi dell'emergere a un pubblico più ampio di una schiera di gruppi attivi da qualche anno a questa parte (Adult, Add n to x, Fischerspooner per fare alcuni nomi), e i Ladytron, di Liverpool, ne sono dei validissimi esponenti, un doppio misto proveniente da tre nazioni differenti (Giappone, Bulgaria, Inghilterra) che si ritrovano sulle rive del Mersey per tirare fuori un disco che già delineava il loro stile, "604" uscito nel 2001, bissato nel finire del 2002 da questo "Light And Magic".

L'album è già folgorante nei primi due brani: "True mathematics" e "17" sono pezzi di synth-pop irresistibile, divertenti e seducenti allo stesso tempo, dove convivono in maniera esemplare gli ingredienti del gruppo: dal buon gusto melodico, evidenziato dalle due voci femminili asettiche e sensuali allo stesso tempo, dalle ritmiche sintetiche e regolari alle tastiere anni '80, che donano ai brani atmosfere spesso oscure ma affascinanti, essenziali ma non freddamente minimali, e senza perdersi in divagazioni o eccessi pretenziosi, ripetendo 20 anni dopo una formula che non può non far pensare (in "17" soprattutto) perlomeno agli Human League, ma anche ai New Order, Depeche Mode, Gary Numan, o alla disco più talentuosa.

Il gusto retrò dei Ladyrton si ripete nel prosieguo del disco, miscelando sapientemente citazioni e influenze, ma con la personalità necessaria per non scadere in un revival patetico. Se "Blue jeans" fa poggiare l'elettronica su una deliziosa melodia pop anni '60, "Black Plastic" ci riporta ai primordi della house anni '80, mentre atmosfere alla Depeche Mode farciscono "Crack LCD". I Ladytron riescono a reinventare con divertimento addirittura l'italo-disco in "Evil", e viene in mente tranquillamente Gazebo, oltre al battito e i sequencer da disco anni 70 (Moroder rules) con "Cease2exist".

I Ladytron, insomma, hanno saputo migliorare dal loro esordio, proseguendo sulla stessa idea di musica, ma accentuando alcuni elementi, soprattutto melodia e arrangiamenti. Difetti? Probabilmente alla struttura dell'album avrebbe giovato la potatura di 2-3 brani, alla lunga si avverte un po' di stanchezza, dato che non tutti i pezzi apportano soluzioni nuove e capita che i suoni si ripetano; ma nulla può togliere il valore e far dimenticare il divertimento e l'intelligenza delle molte perle contenute nel disco.

(28/10/2006)

  • Tracklist
  1. True Mathematics
  2. Seventeen
  3. Flicking Your Switch
  4. Fire
  5. Turn It On
  6. Blue Jeans
  7. Cracked LCD
  8. Black Plastic
  9. Evil
  10. Start Up Chime
  11. NuHorizons
  12. Cease2exist
  13. Re:agents
  14. Light And Magic
  15. The Reason Why
Ladytron su OndaRock
Recensioni

LADYTRON

Ladytron

(2019 - !K7)
Un sunto della carriera dei britannici, in cui rivivono gli anni 80

MARNIE

Strange Words And Weird Wars

(2017 - Disco Pinata)
Il secondo appuntamento solista dell'artista scozzese è melodico e brioso

MARNIE

Crystal World

(2013 - Pledge / Le Disque Du Crépuscule)
Escursione solista di classe per la frontman dei Ladytron

LADYTRON

Best Of 00 - 10

(2011 - Nettwerk)
La raccolta dei primi dieci anni di attività dei Ladytron suggella la loro importanza nel panorama ..

LADYTRON

Gravity The Seducer

(2011 - Nettwerk)
La perfezione pop oltre tutte le catalogazioni nel quinto album della band di Liverpool

LADYTRON

Velocifero

(2008 - Nettwerk)
Il ritorno dei Ladytron con il loro album più oscuro e completo

News
Ladytron on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.