L'Altra

In The Afternoon

2002 (Aesthetics) | post-rock

Avete voglia di ascoltare qualcosa e pensate a Chicago. Cosa fate? Scontato: cercate fra i vostri dischi i Tortoise e vi tuffate all’interno di quel capolavoro assoluto che risponde al nome di “Millions Now Living Will Never Die”. Ammettiamo, però, che desideriate qualcosa di diverso, qualcosa che possa farvi chiudere gli occhi per dimenticare tutte le frenesie quotidiane, qualcosa che possa cullarvi lentamente e con dolcezza….Chicago non vi tradirà nemmeno in questo caso, basterà avvicinarsi ai L’altra per entrare in una dimensione tremendamente irreale nella sua delicatezza malinconica e sfiorata da una leggera sofferenza destinata non a provocare dolore, ma solo sincera commozione.

Sono queste le sensazioni diffuse da “In The Afternoon”, come se la ritrosia dei Low entrasse nelle visioni realizzate dagli Spain insieme ad alcune atmosfere tipiche dei Rachel’s di Christian Frederickson. Provate uno sola volta a farvi sfiorare da un cantato ipnotico e sulfureo, basato sullalternanza fra Joe Costa e Lindsay Anderson, con delle chitarre spesso accennate e mai restie nel lasciare spazio ad istanti pianistici tremendamente utopici. E quando a questo si aggiunge il violoncello di Fred Lonberg-Holm è difficile non utilizzare il termine capolavoro. Dall’apertura di “Soft Connection”, sino alla conclusione strumentale di “Goodbye Music”, si è circondati da sonorità sempre minimali, ma senza mai percepire la sensazione di una qualche carenza.

L’eleganza di episodi come “Certanty” e “Black Arrow” non si rintraccia nemmeno lontanamente in molte formazioni oggi più celebrate e quando arriva il momento di “Broken Mouths” le parole diventano sterili: un’incessante malinconia crepuscolare sfocia nel pianto di un pianoforte costretto a toccare le emozioni di chiunque non si vergogni nel versare una lacrima durante una canzone. Rinunciare a quella lacrima sarebbe un rimpianto troppo grande: forse il paradiso non esiste, ma è bello poterlo immaginare.

(28/10/2006)

  • Tracklist
  1. Soft Connection
  2. Certainty
  3. Black Arrow
  4. A Delicate Flower
  5. Traffic
  6. Ways Out
  7. Moth In Rain
  8. Broken Mouths
  9. Afternoon Sun
  10. Goodbye Music
L'Altra su OndaRock
Recensioni

L'ALTRA

Telepathic

(2011 - Acuarela)
Tornano insieme dopo sei anni Lindsay Anderson e Joseph Costa, tra antiche magie e qualche ombra

L'ALTRA

Different Days

(2005 - Hefty Records/Wide)




Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.