Quintron & Miss Pussycat

Swamp Tech

2005 (Tigerbeat 6) | songwriter

E' sempre difficile rapportarsi con un album di Quintron, vuoi perché il marpione ci ha abituati a lavori frammentari e improbabili, come il magistrale "Satan Is Dead", a scorribande noise terrificanti e inavvicinabili, come il suo debutto percussivo "Internal Feedback 001-011", vuoi perché sempre e comunque il suo gusto per la bizzarria, per un sound eccentrico e mutante, le sue manie di destrutturazione musicale, hanno permeato anche gli episodi più mansueti (ad esempio, il celebre "Are You Ready For An Organ Solo?") della sua discografia.

Ma facciamo un passo indietro, chi è mai questo Mr. Quintron? Jay Poggi, questo il suo vero nome, è uno dei più folli personaggi della variegata e policroma scena underground di New Orleans; organista antiquario, innamorato del timbro sgraziato di strumenti improponibili (spesso attrezzature di serie C, o anche giocattoli) e astrusi, inventore fulminato (tra i suoi brevetti abbiamo la spit machine, una drum machine che funziona esclusivamente con la saliva umana, e la famosa drum buddy, che utilizza un sistema di specchi che trasformano la luce in suono), cultore di una sorta di proto-garage tastieristico grumoso e ludico, si è costruito una carriera costellata di stramberie colossali e torrenziali flussi di genialità sregolata, conquistando il cuore del pubblico più smaliziato e le divertite lodi della critica più attenta. Le aspettative, dunque, prima di premere "play", sono molto alte.

E' un vero peccato, dopo diversi ascolti, accorgersi di come esse siano state deluse: molte cose sono cambiate in casa Quintron, dai tempi dell'ultimo, allucinato "The Frog Tape". Miss Pussycat, compagna di vita e d'arte del nostro eroe, si affaccia sempre più prepotentemente fuori dal suo sgargiante teatrino di burattini, verso il contenuto della proposta musicale del progetto Quintron, e questo porta la sua gracchiante voce in primo piano in numerosi episodi.
Ma per il fan più affezionato, il primo shock è un altro: si tratta di un album costituito interamente da canzoni (fatta eccezione per lo stacchetto comico "Tea Time"), mentre il formato di brano dominante sui vecchi lavori era quello strumentale. Questa evoluzione, iniziata già con "Are You Ready", è qui portata alle estreme conseguenze: è un album, dicevamo, di canzoni. E di canzoni mediocri, sorrette da un organo più spento del solito che solo raramente ("Shoplifters") va a impennarsi negli acuminati barlumi di folle inventiva a cui siamo abituati.

La sensazione, al primo ascolto, è che i brani siano tutti uguali. In seguito, i più attenti potranno scoprire la sfrenata danza fosforescente di "Witch In The Club", o magari l'incessante pulsare di "Fly Like A Rat", letteralmente un rave in una palude, sorretta da una monotona batteria elettronica, ma tutto sommato coinvolgente (se si sopportano gli urli di Miss Pussycat, ovviamente). Per il resto è veramente difficile salvare qualcosa: ci sono concessioni all'easy listening più goffo e becero ("Dream Captains"), insensati tribalismi elettronici irrisori, conditi con l'usuale (e ormai stantia) drum buddy ("Swamp Buggy Badass"), parentesi nonsense che non fanno ridere ("Squirrel Gardens"), e brani che, semplicemente, non sanno di niente ("Chatterbox", "Love Is Like A Blob", la cover di "God Of Thunder" dei Kiss).

Sembra proprio che la stagione di Mr. Quintron sia al tramonto, se, a meno di dieci anni da "Satan Is Dead", quest'insapore e oltremodo scipita mimesi dell'r&b è tutto ciò che riesce ad allestire.
  • Tracklist
  1. Shoplifters
  2. Fly Like A Rat
  3. Swamp Buggy Badass
  4. Squirrel Gardens
  5. Witch In The Club
  6. Tea Time
  7. French Quarter Faggot
  8. God Of Thunder
  9. Chatterbox
  10. Dream Captains
  11. Love Is Like A Blob
Quintron & Miss Pussycat on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.