Afterhours

Ballads For Little Hyenas

2006 (Mescal / One Little Indian) | rock

Esce anche per il mercato italiano "Ballads For Little Hyenas", versione inglese del meraviglioso "Ballate per piccole iene".
La presenza di tre madrelingua ha fatto sì che i testi non fossero tradotti parola per parola (alcuni passaggi sono stati riscritti completamente), ma hanno subìto una sorta di trasmigrazione linguistica nella quale si è ben riuscito, pur presentando nuove visioni e descrizioni, a non stravolgere il significato dei testi e mantenere intatti metrica e contenuti.

Soprattutto è interessante sentire come alcuni brani - come "White Widow", "Fresh Flesh", "The Thin White Line" - nati in inglese per poi essere riadattati in italiano, abbiano subito questa sorta di poetica back-version. Le nuove incisioni della voce hanno portato il disco a essere completamente rimasterizzato e gli orecchi più fini si accorgeranno di un'atmosfera un po' più "calda" e "amichevole".

Per quanto riguarda la pronuncia, non è poi tanto male.
Probabilmente conosciamo già a memoria (quanto vorrei che, soprattutto parlando di "Ballate per piccole iene", anche in italiano si dicesse "conosciamo già a cuore") le versioni italiane.
Convincono forse meglio le canzoni un po' più lente, come "Sparkle", "Fresh Flesh" e "There's Many Ways".
O forse tutto è dipeso dall'accento che correggeva Agnelli: se quello australiano dell'ex-Cousteau Davey Ray Moor o quello inglese di John Parish.
No, quello di Dulli pare di no: secondo la leggenda Dulli si ostinava a voler far cantare Agnelli con l'accento del sud degli Stati Uniti, impresa veramente ardua per chi ha passato molto tempo in Inghilterra. E io ce li vedo proprio: Dulli che si spazientisce perché il risultato è discutibile e Agnelli che si demoralizza e si sente un po' come Rocky Robert.

Un disco che il mercato italiano potrebbe anche considerare "superfluo" (e quale orribile pensiero!) e il pubblico degli Afterhours "minore", ma è comunque un disco da apprezzare. Inciderlo e vederselo pubblicare da etichette prestigiose (la One Little Indian americana non dipende dalla One Little Indian inglese, sono due etichette ben distinte) prima in Europa e poi (da marzo 2006) negli Stati Uniti è già una grande conquista.

Ho sempre pensato che la Buona Musica italiana venga sottovalutata, dagli italiani in primis, ed è un peccato perché molti dei nostri artisti non hanno nulla da invidiare a quelli stranieri e più ascolto "Ballads for Little Hyenas" più me ne convinco.
Ultima segnalazione, quella di un brano in più rispetto alla versione italiana: la cover di "The Bed" di Lou Reed, cantata in coppia con Greg Dulli.
Speriamo bene. Intanto complimenti.

(15/12/2006)

  • Tracklist
  1. The Thin White Line
  2. Ballad For My Little Hyena
  3. The Ending Is the Greater
  4. There's Many Ways
  5. White Widow
  6. Fresh Flesh
  7. Sparkle
  8. Desire Froze Here
  9. The Bed
  10. Judah's Blood
  11. Andrea's Birthday
Afterhours su OndaRock
Recensioni

AFTERHOURS

Folfiri o Folfox

(2016 - Universal)
La rinnovata ricerca sonora della band di Manuel Agnelli, in diciotto ambiziose tracce su morte e rinascita ..

AFTERHOURS

Hai paura del buio? - Special Edition

(2014 - Universal)
Reissue + bonus disc con importanti ospiti italiani e internazionali che rileggono l'intera ..

AFTERHOURS

Padania

(2012 - Germi / Artist FIrst)
Il ritorno della band di Manuel Agnelli a quattro anni da "I milanesi ammazzano il sabato"

AFTERHOURS

I milanesi ammazzano il sabato

(2008 - Universal)
Il controverso ritorno di Agnelli & C. tra vecchia rabbia e nuove melodie

AFTERHOURS

Quello che non c'

(2002 - Mescal)

AFTERHOURS

Non per sempre

(1999 - Mescal)
A pochi giorni dalla partenza di un nuovo tour teatrale, riscopriamo il quinto lavoro della band di ..

AFTERHOURS

Hai paura del buio?

(1997 - Mescal)
Manuel Agnelli & C. in uno dei cardini dell'indie-rock made in Italy

News
Live Report
Speciali



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.