Deerhunter

Fluorescent Grey

2007 (Kranky) | psichedelia, neo-wave pop

“Fluorescent Grey” serve a tastare il polso: i Deerhunter convergono, poco alla volta, verso un'armonia di intenti e direzioni, dopo l’erma bifronte di un interessante, ma con le dovute precauzioni, “Cryptograms”.

Un Ep di quattro brani per maturare ancora, convinti, come siamo, che il prossimo disco possa davvero essere quello della definitiva consacrazione. Quattro canzoni che mettono in rotta di collisione tutte le loro influenze, camminando spedite verso una psichedelia condita con echi garage, venature spacey e tentazioni melodiche di ascendenza sixties. Il tutto, mentre la forma canzone prende piede senza troppe astrazioni, pienamente consapevole del suo compito, anche se, poi, a conti fatti, un non so che di “già sentito” serpeggia minaccioso.

Eccola, quindi, la ninna nanna della title track, un dolce candore che si risolve in una coda di distorsioni galattiche che subito pensi a dei Mercury Rev (quelli degli esordi) più contenuti. Poi, ovviamente, l’immancabile numero pop, un dondolare di testa dinanzi a simulacri di Stereolab bivaccanti (“Dr. Glass”). La moderazione sembra essere la nuova parola d’ordine. Lo conferma, se ce ne fosse bisogno, anche lo shoegaze “sotterraneo” di “Like New”, anche se, ad onor del vero, “Wash Off” vola un tantinello più alto, motorik imbevuto di spazio (interiore) e acid trip interstellari.

E’ roba ancora una volta estremamente piacevole, eppure non è ancora arrivato il momento di fare la voce grossa. Il prossimo passo ci dirà, finalmente, quanto valgono davvero questi quattro giovincelli di Atlanta.

(09/04/2007)

  • Tracklist

1. Fluorescent Grey
2. Dr. Glass
3. Like New
4. Wash Off

Deerhunter su OndaRock
Recensioni

DEERHUNTER

Why Hasn't Everything Already Disappeared?

(2019 - 4AD)
Prosegue il percorso di "normalizzazione" della band guidata da Bradford Cox

DEERHUNTER

Double Dream Of Spring

(2018 - 4AD)
In attesa dell'annunciato nuovo album, sperimentazioni avant-psych in una cassettina a tiratura limitata ..

DEERHUNTER

Fading Frontier

(2015 - 4AD)
Il ritorno alla forma di Cox e compagni

DEERHUNTER

Monomania

(2013 - 4AD)
Più immediatezza e meno sperimentalismi nel nuovo lavoro della band di Bradford Cox

DEERHUNTER

Halcyon Digest

(2010 - 4AD)
Bradford Cox e soci pongono l'accento sulle melodie, nella loro opera migliore

DEERHUNTER

Rainwater Cassette Exchange

(2009 - Kranky)
Cinque nuove canzoni all'insegna di un solare psych-pop per la band americana

DEERHUNTER

Microcastle / Weird Era Cont.

(2008 - Kranky)
La band di Atlanta vira verso lidi "popedelici", con piglio dimesso e sognante

DEERHUNTER

Cryptograms

(2007 - Kranky)
Psichedelia e space-rock nella prima uscita della band di Atlanta su Kranky

News
Live Report
Deerhunter on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.