KD Lang

Watershed

2008 (Nonesuch) | country

Dopo il solare “Invincibile Summer” del 2000 KD Lang ha costruito un percorso sulle sue passioni musicali. Dalla collaborazione col maestro Tony Bennett alla rivisitazione della musica canadese di “Hymn of The 49th Parallel”, giungendo al country western di “Reintarnation”. KD Lang dimostra una coerenza stilistica lodevole e un amore profondo per la musica. Non ha sfruttato la notorietà ripetendo l’eccellente “Ingenue”, e  ha assimilato il meglio dei suoi miti e predecessori (Jane Siberry, Joni Mitchell, Neil Young), proponendo dopo otto anni un album di canzoni eccellenti.

Sorprende la varietà degli arrangiamenti che rende l’album estremamente godibile, evocando un romanticismo senza tempo con steel guitar languide e passionali. L’iniziale “I Dream Of String“ cattura subito con fascino e delicatezza, mentre “Je Fais Le Planche” introduce suoni esotici delicati e sensuali.”Once In A While” e “Flame Of The Unspired” si aggiungono ai piccoli classici dell’autrice con personalità e classe, mentre “Thread” si guadagna la palma di evergreen, una canzone passionale e romantica che avrebbe incantato Johnny Cash.

La maggiore varietà stilistica partorisce brani molto personali come “Sunday”, delicata ballad da crooner con spunti jazz molto suggestivi, e pezzi vibranti come “Coming Home”, fino alla gradevole incursione nella canzone anni 50 di “Upstream”, degna di Julie London.
Un ritorno di gran classe per KD Lang, un album che rivela ad ogni ascolto spessore e pathos.

(20/04/2008)



  • Tracklist
1. I Dream of Spring
2. Je fais la planche
3. Coming Home
4. Once in a While
5. Thread
6. Close Your Eyes
7. Sunday
8. Flame of the Uninspired
9. Upstream
10. Shadow and the Frame
11. Jealous Dog
KD Lang on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.