Ebony Bones

Bone Of My Bones

2009 (Sunday Best) | two step, dance hall, punk-funk

Il trend inaugurato da M.I.A. e proseguito con Santogold, giusto per citare i nomi più conosciuti, ha generato proseliti e appassionati un po’ ovunque. La londinese Ebony Bones riprende in mano la sconclusionata mistura di reggae, funk ed elettronica mischiando le carte per variare un canovaccio ormai consolidato. Capace di evoluzioni al limite del crossover, la ragazza merita attenzione per il coraggio con cui riversa le sue idee.

“Bone Of My Bones” è un album zeppo di trovate interessanti, trasuda trasporto per la musica e si rivela prodotto di forte impatto commerciale. Complice un periodo di affollamento nelle uscite discografiche, gli è stata dedicata poca attenzione. Nonostante l’approccio decisamente passionale alla composizione, il disco non perde in coesione, anzi, il suo stile improntato alla fusione di varie tendenze produce un risultato frizzante e appetibile. Il lavoro di fino sul ritmo produce pop-song incontenibili (la sfrenata “W.A.R.R.I.O.R”, le poliritmie di “We Know All About U”), mentre l’uso dell’elettronica è misurato e ben congegnato (i synth taglienti di “Story Of St. Ockwell”, vortici meccanici senza freni per “In G.O.D. We Trust”).

Oltre la parte strumentale, in certi casi sorprende anche la facilità con cui i ritornelli rimangono impressi; in questi casi l'artista dimostra capacità vocali notevoli (i repentini cambi di tonalità in “The Musik”, effluvio di emozioni per “Guess We’ll Always Have New York”).
L’approccio da party-music colpisce nel segno senza strafare (la fanfara sconclusionata di “When It Rains”, groove trascinante per “Were Ready When You Are”), mentre la mistura fra rock da strada e strutture dance non mostra cedimenti (tribalismi variegati in “Dont Fart On My Heart”, i perfetti incastri timbrici di “Im Yr Future X Wife”). Completa il disco un interessante intreccio fra hip-hop e techno-pop (“Smiles & Cyanide”).

Album adatto per le giornate assolate di un’estate rovente, “Bone Of My Bones” sviluppa nuove vie d’uscita per un filone che a tratti sembrava aver esaurito le proprie potenzialità.

(23/08/2009)



  • Tracklist
1. W.A.R.R.I.O.R.
2. We Know All About U
3. Story Of St. Ockwell
4. The Musik
5. In G.O.D. We Trust (Gold, Oil & Drugs)
6. Bone Of My Bones
7. Guess We’ll  Always Have New York
8. Im Yr Future X Wife
9. Smiles & Cyanide
10. When It Rains
11. Were Ready When You Are
12. Dont Fart On My Heart
Ebony Bones on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.