Immanu El

Moen

2009 (And the Sound Records) | post-rock, dream-pop

Due anni fa lo sfolgorante esordio "They'll Come, They Come" proponeva gli svedesi Immanu El come uno dei tanti astri nascenti della scena post-rock, con l'aggiunta di un cantato emozionale e cristallino - elemento poco consueto nel genere, e nella maggior parte dei casi sfruttato male. La formula della loro ultima fatica, "Moen", si avvale di echi shoegaze e dream-pop mescolati a una inusuale forma-canzone, che si adatta molto spontaneamente ai tipici crescendo strumentali.
In questo nuovo disco la band cerca di prendere le distanze dal suono di colleghi quali Explosions In The Sky e Mono (la cui influenza era molto chiara nel primo album), definendo uno stile più personale e, perché no, più pop.
Le atmosfere eteree e sempre mutevoli vengono qua e là arricchite da sezioni cameristiche, dove pianoforte e archi rendono ancor più suggestivo il panorama. E' un ascolto che lascia una sensazione piacevole sulla pelle, ci si sente quasi illuminati da una simile forma di lirismo moderno.
"Moen" si trova in streaming completo sulla loro pagina di Myspace, su Facebook e Spotify.

(11/01/2010)

  • Tracklist
  1. Agnes Day
  2. Lionheart
  3. Aerial
  4. Hogamon One
  5. Hogamon Two
  6. May
  7. Archers
  8. Tunnel
  9. Storm
Immanu El su OndaRock
Recensioni

IMMANU EL

Hibernation

(2016 - Glitterhouse)
Dopo cinque anni di pausa forzata, la band post-rock svedese torna rinvigorita

IMMANU EL

In Passage

(2011 - And The Sound)
La gloriosa tradizione post-rock torna a vivere in una delle sue forme più estatiche

Immanu El on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.