Boris & Ian Astbury

BXI

2010 (Southern Lord) | stoner/hard rock

Curiosa uscita in formato Ep per la Southern Lord, punto di riferimento per le pubblicazioni a carattere oscuro/estremo. Curioso più che altro il connubio, denominato "BXI", tra lo storico vocalist dei Cult e il fenomeno giapponese Boris: due potenziali garanzie in quanto a espressività e suono possente, ben oltre i comuni riff in stile anni 80.
Le chitarre del trio nipponico si fanno subito riconoscere per profondità, ma appaiono fuori contesto nel tentativo di conciliare i loro tonfi stoner e le esigenze ritmiche dell'hard rock, fatto di accordi più brevi e diretti. Astbury gioca in casa e - nonostante i quasi cinquant'anni sulle spalle - non incontra particolari ostacoli, se non nella conclusiva "Magickal Child" nella quale i gorgheggi del cantante distolgono l'attenzione dalla marcia solenne degli strumentisti, decisamente più a loro agio; niente più, comunque, della normale amministrazione che si richiede ad artisti del suo calibro. Il brano più riuscito sembra in definitiva essere "Teeth And Claws", energico ma misurato sui due collaboratori. Molto meno accattivanti invece "We Are Witches", troppo simile agli stanchi Iron Maiden dei giorni nostri, e la cover di "Rain" dei Cult, timidamente cantata dalla chitarrista Wata. Un'occasione tristemente persa, viste le carte messe in gioco.

(31/10/2010)

  • Tracklist
  1. Teeth And Claws
  2. We Are Witches
  3. Rain
  4. Magickal Child
Boris & Ian Astbury on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.