Daniel Johnston

The Story Of An Artist

2010 (Munster) | songwriter

Listen up and I'll tell a story
‘Bout an artist growin' old
Some would try for fame and glory
Others aren't so bold

E' la Munster, etichetta di Madrid, che ci permette di tornare a guardare dallo spioncino i primi vagiti del cantautore di Sacramento. "The Story Of An Artist" è un titolo che pare rifarsi scherzosamente alla magniloquenza di un greatest hits di un qualche crooner sul viale del tramonto.
In effetti "crooner" appare davvero Daniel Johnston, anche se in uno spettacolo allestito non su sfavillanti navi da crociera o in serate in frac di beneficenza, ma nello stanzino di casa propria - uno spettacolo inframezzato da dialoghi, telefonate, litigi. Come se il sipario calasse per un attimo sullo show, scoprendo le vicissitudini quotidiane che tanto Daniel vorrebbe scacciare nel premere il tasto rec del proprio registratore a quattro tracce, rintanandosi tra le vibrazioni risuonanti del proprio strumento, il pianoforte - impersonando i grandi che vorrebbe imitare, dai Beatles in avanti.

L'iniziativa di questa ristampa, che ripropone i primi sei dischi di Daniel (quelli distribuiti su cassetta "fatta in casa" all'inizio della sua carriera), pare una di quelle operazioni hollywoodiane di riscoperta di personaggi peculiari ma a loro modo vincenti: difficile nascondere che parte del fascino di Johnston derivi dalla sua "americanità" - dal fatto che, nonostante tutto, bastino il talento e la fiducia in sé stessi per emergere.
Che trovino spazio i suoi strazianti sogni d'amore ("I Had A Dream"), o l'ancora più toccante dichiarazione d'intenti di "Story Of An Artist" (capolavoro!), il tocco pianistico di Daniel, insieme infantile e pienamente consapevole, disegna con grazia la scoperta dolorosa di una solitudine ineluttabile. Condizione umana che nella musica di Johnston si fa tangibile, attraverso l'equazione mai scontata - nei risultati - del tradurre in canzone il proprio dolore. Anche con ironia, all'occasione, come in "When You're Pretty".

E' per questo che non è mai troppo tardi per riaccostarsi all'opera del Nostro, che ci sentiamo di consigliare senza riserve, nella certezza che nel riprendere questi nastri rimarrà sempre una testimonianza intensa di un'inaspettata e totale apertura al mondo, registrata attraverso un registratore Sanyo da 59 dollari - prima ancora che il termine lo-fi facesse la sua comparsa.

(21/06/2010)



  • Tracklist

Disc 1: Songs of Pain

1. Grievances
2. A Little Story
3. Joy Without Pleasure
4. Never Relaxed
5. Brainwash
6. Pothead
7. Wicked World
8. Lazy
9. I Save Cigarette Butts
10. Like A Monkey In A Zoo
11. Wicked Will
12. An Idiot's End
13. Wild West Virginia
14. Since I Lost My Tooth
15. Urge
16. Living Life
17. Tuna Ketchup
18. Premarital Sex
19. Don't Act Nice
20. Hate Song

Disc 2: Don't Be Scared


1. Going Down
2. Lost Without A Dame
3. Harley Man
4. Evening Stars
5. Something More
6. Cold Hard World
7. I Had A Dream
8. The Story Of An Artist
9. My Yoke Is Heavy
10. Stars On Parade
11. And You Love It
12. I Had Lost My Mind
13. The Sun Shines Down On Me
14. Loner
15. I Don't Want To Be Scared
16. Lullaby
17. I Was Alone
18. Mother Mom Said

Disc 3: The What of Whom


1. Man Obsessed
2. Peek-a-boo
3. Never Before/Never Again
4. The Goldfish & The Frog
5. Scuttle-butt
6. Heart, Mind & Soul
7. Blue Clouds
8. Surely You Don't Work All Night
9. I Can't Think Anymore
10. Excuse Me
11. Polka Dot Rag
12. Why/Without You
13. An Incoherent Speech
14. Wicked World
15. To Go Home
16. Scrambled Eggs
17. Peace & Tranquility
18. When You're Pretty

Disc 4: More Songs of Pain

1. Phantom Of My Own Opera
2. Man At War
3. Only Missing You
4. More Dead Than Alive
5. I Will
6. Poptunes
7. You Put My Love Out The Door
8. You're Gonna Make It Joe
9. Theme For Grievances
10. Never Get To Heaven
11. Follow That Dream
12. POW
13. For The Love Of Pete
14. Blue Cloud
15. Grievances Revisited
16. True Grief
17. My Baby Cares For The Dead
18. Mabel's Grievances

Disc 5: The Lost Recordings I

1. Take A Little Walk
2. Before It's Too Late
3. Oh What A Wonderful Feeling
4. I'd Like To Say Goodbye
5. That's Silly
6. There Ain't Much You Can Do
7. I'm A Song
8. You Should Have Been My Wife
9. You Ruined It For Yourself
10. Once Upon A Dream
11. I Love You
12. Scattered Like Birds
13. More About Wicked Will
14. Good Luck
15. Got To Go On
16. It's Real
17. If You Were Here Today
18. Girlfriend
19. Void (Space For The Memories)
20. Sad And Lonely
21. I'm Nervous
22. Cosmic Kid
23. Never Die
24. Kiss Me Again
25. I Wish I Could Call You
26. Love Is Weird
27. Burn Baby Burn
28. No Fun
29. Art Peace
30. Instrumental

Disc 6: The Lost Recordings II

1. All Around The World
2. You're Not Laura (After You're Gone)
3. I'm Gonna Buy Me A Car
4. Out West
5. The Undertaker's Assistant
6. Dreams Come True
7. Mean To Me
8. Fly Me To The Moon
9. Love Defined
10. Love
11. How I Love That Organ Music
12. We Could Be Together Again
13. Happy Talk
14. The Miracle Of Love
15. Who Killed The Monkey
16. The Wedding
17. Unfinished Symphony
18. Blue Cloud
19. I Never Meant To Be Spooky
20. Dream Lover
21. What's A Matter With Me
22. If I Kissed You Once
23. I Give Up
24. Lonely Orphan On The Run
25. The Goat Show
26. You've Got A Funny Sense Of Humor
27. Last Song For You

Daniel Johnston su OndaRock
Recensioni

DANIEL JOHNSTON

Is And Always Was

(2009 - Eternal Yip Eye)
Il cantautore di Sacramento corona il suo sogno di rockstar sgangherata

DANIEL JOHNSTON

Lost And Found

(2006 - Sketchbook)

DANIEL JOHNSTON

Fear Yourself

(2003 - Sketchbook)

Daniel Johnston on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.