Zero Centigrade

I'm Not Like You

2010 (Twilight Luggage) | primitivismo, free-improvisation

Zero Centigrade è il progetto varato da Tonino Taiuti (autore e attore) e Vincenzo de Luce (architetto e artista visuale).

Quelle di “I’m Not Like You” sono improvvisazioni per chitarra acustica e tromba al confine tra rigurgiti folk e tensioni free-jazz. Corde scorticate e brontolii-sbuffi che s’azzuffano, si confondono, si macerano nella lacerazione e nell’atonalità. Corde come fili di ferro che schizzano via impazziti non appena sfiorati, mentre intorno, tra percussioni trovate e sberleffi primitivisti, si consuma l’ennesimo festival dell’assurdo (“Swimming In Black Water”).

Ovviamente, non è musica da lasciare in sottofondo: è musica da penetrare. Musica che invita alla riflessione sulle sfumature del suono, sui suoi labirinti di senso, sulla sua natura “primitivista”. Manca ancora la vera “poesia, anche perché, spesso e volentieri, i due eccedono un po’ troppo in foga nichilista, tanto che sembra di assistere a un dialogo tra sordi. Eppure, a ben vedere, non di cazzeggio bello e buono si tratta, perché sotto la scorza "dura & pura" c’è del raziocinio in questo gioco di scomposizioni e di strappi repentini, come se un Derek Bailey in versione acustica facesse visita agli Nmperign (“About David”, la title track) e insieme giocassero anche con ipotesi di minimalismo (“Dirty Times”), sempre mantenendo, comunque, un contatto diretto con il regno del riduzionismo, dove il silenzio e i chiaroscuri la fanno da padrone (“A Cold And Grey Summer Day”).

Forte, oltre alle ovvie convergenza con la scuola dell’avant-jazz europea e afro-americana, è la continuità con la matrice sotterranea del blues dei primordi.
Non male, ma ancora in fase embrionale.

(21/10/2010)

  • Tracklist
1. Swimming in Black Water
2. About David
3. Dirty Times
4. A Cold and Grey Summer Day
5. I'm Not Like You
6. In the Field
Zero Centigrade su OndaRock
Recensioni

ZERO CENTIGRADE

Birch

(2014 - OBS)
Il canto del cigno del duo Taiuti-De Luce, nella loro improvvisazione più compatta

ZERO CENTIGRADE

Umber

(2012 - Observatoire)
Il duo partenopeo in una nuova improvvisazione a base di blues-jazz

Zero Centigrade on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.