Banjo Or Freakout

Banjo Or Freakout

2011 (Memphis Industries) | pop

Ex voce e chitarra dei Disco Drive, al momento di stanza in quel di Londra, Alessio Natalizia è, in solitaria, Banjo Or Freakout e in questo omonimo lavoro cesella un delicato e sostanzialmente innocuo lavoro di pop onirico, a tratti - verrebbe da dire! - annoiato per scelta, roba da poseur pseudo-esistenzialista.

Per certi versi vicino all'indolenza di alcune delle cose di Bradford Cox (sia Atlas Sound - "105" -, che Deerhunter, ma in questo caso con una consistenza relativamente maggiore - "Go Ahead", "Move Out", "Black Scratches"), Natalizia lavora anche intorno a reminiscenze kraute più o meno scoperte ("Can't Be Mad For Nothing", "Dear Me"), centellinando gentilezza e candore un po' ovunque e raggiungendo, in tal senso, il picco sulle note della conclusiva "I Don't Want To Start All Over Again". Furbizia e discreta maestria lo aiutano inoltre a non fare mai il passo più lungo della gamba e, per il momento, è già un bene, anche se per una "Idiot Rain" che scodinzola gustosa e accattivante, con uno scintillare chitarristico leggero e timido, ecco, per dire, "Fully Enjoy" e "From Everyone Above" che manifestano qualche incertezza di troppo, gettando una luce sempre meno convincente su tutto il resto.

Insomma, uno di quei lavori da ascoltare anche con piacere, ma senza fare troppo caso al clamore suscitato dai precedenti Ep, 7" e cassette.

(11/02/2011)

  • Tracklist
1. 105
2. Go Ahead
3. Can't Be Mad For Nothing
4. Move Out
5. Idiot Rain
6. Fully Enjoy
7. From Everyone Above
8. Black Scratches
9. Dear Me
10. I Don't Want To Start All Over Again
Banjo Or Freakout on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.