Bud Spencer Blues Explosion

Fuoco Lento

2011 (Yorpikus) | hard blues, alt-rock

Adriano Viterbini e Cesare Petulicchio sono i protagonisti di una delle novità musicali più eccitanti del panorama indie italiano del nuovo millennio. Dopo due album che hanno gradualmente allargato il loro livello di notorietà e una lunga serie di infuocati concerti che hanno messo in risalto doti tecniche e carismatiche fuori dal comune, è giunto il momento di fare il punto della situazione. Mentre il duo romano (peraltro impegnato in numerose collaborazioni e progetti paralleli, vedi Black Friday, Valentina Lupi e il tour dello scorso inverno con Saturnino e Alessio Bertallot) sta perfezionando il materiale che andrà a costituire il fatidico terzo album, ecco un Ep dal vivo che giunge a colmare un vuoto discografico che rischiava di diventare troppo lungo per gli attuali anfetaminici tempi dell'industria discografica.

Registrato il 14 marzo 2011 al Circolo degli Artisti di Roma (sold out per l'occasione), "Fuoco Lento" mette in sequenza sei tracce esplosive (è proprio il caso di dirlo), a cominciare dagli oltre sei minuti dell'iniziale intro, in grado di chiarire da subito le immense qualità dei due musicisti, con il loro hard-blues elettrico che dal vivo non concede nulla agli ammiccamenti pop talvolta presenti nei lavori in studio fin qui realizzati. Seguono la personalissima rilettura di "Killing In The Name" dei Rage Against The Machine e quella più fedele all'originale di "Voodoo Child"; sì, perché i Bud Spencer Blues Explosion non temono neppure di misurarsi (senza sfigurare) con il mostro sacro Jimi Hendrix.

Dopo la rispolveratina live a "Esci Piano" di Alex Britti (già contenuta nel loro omonimo secondo album), arriva la lustrata zeppeliniana a "Hommage à Violette Noizieres" degli Area. Si chiude con il sofferto blues "Dark Was The Night Cold Was The Ground", cover di Blind Willie Johnson, con la slide che da tenue diventa un incendio dell'anima, altro che "Fuoco Lento"! Adriano Viterbini si conferma cantante e chitarrista fra i più dotati in circolazione, Cesare Petulicchio lo asseconda col suo drumming preciso e devastante. Un gran bell'ascoltare in attesa del prossimo lavoro autografo.

(11/08/2011)

  • Tracklist
  1. Intro fuoco lento
  2. Killing In The Name (cover Rage Against The Machine)
  3. Voodoo Child (cover Jimi Hendrix)
  4. Esci piano (cover Alex Britti)
  5. Hommage à Violette Noizieres (cover Area)
  6. Dark Was The Night Cold Was The Ground (cover Blind Willie Johnson)
Bud Spencer Blues Explosion su OndaRock
Recensioni

BUD SPENCER BLUES EXPLOSION

Vivi muori blues ripeti

(2018 - La Tempesta)
Importanti contributi di Umberto Maria Giardini e Davide Toffolo nel quinto album del duo romano

BUD SPENCER BLUES EXPLOSION

BSB3

(2014 - 42 Records)
Disco numero quattro per il duo romano

BUD SPENCER BLUES EXPLOSION

Do It

(2011 - Yorpikus)
Il terzo album in studio del duo romano è una nuova tempesta elettrica

BUD SPENCER BLUES EXPLOSION

Bud Spencer Blues Explosion

(2009 - Yorpikus)
Il battesimo del fuoco per il duo romano, fra seventies rock-blues e qualche ballata indie-pop ..

News
Live Report
Bud Spencer Blues Explosion on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.