Russian Circles

Empros

2011 (Sargent House) | post-metal

Prosegue l'instancabile lavoro del trio di Chicago, arrivato in meno di sei anni al suo quarto album (disponibile in streaming su Bandcamp). La band strumentale ha dichiarato di voler restituire con "Empros" le sensazioni vissute ai loro concerti, enfatizzando la dialettica tra un pezzo e l'altro per creare qualcosa di più simile a un continuum.
In questi termini l'operazione potrebbe dichiararsi non riuscita, ma è comunque evidente una volontà di liberazione da stilemi già assodati, dai quali si vuole ricavare qualcosa di nuovo.

Lo si comprende da un pezzo come "Schipol", liberato dai ritmi claustrofobici e dalle pressanti distorsioni per entrare in una dimensione più "illuminata"; in generale, l'interezza dell'album è attraversata da un inedito gioco di chiaroscuri - in tal senso la copertina assume quasi un valore sinestetico - un suono più variamente oscillante tra la durezza del metal e lo speranzoso abbandono del post-rock.
Come sempre non mancano alcuni momenti topici, oltre ad un suono che, va detto, non ha mai perso veramente il suo appeal: la tendenza sorta già da certi pezzi di "Station" è andata però consolidandosi, così che gli ultimi due album si sono assestati su composizioni al limite dell'ambientale.

Tra alti ("Atackla", dallo sviluppo chiaro e diretto) e bassi (il cantato ovattato e fuori luogo in chiusura di "Praise Be Man") tutto ci scorre davanti come una pellicola, ben lungi dall'affilatezza del devastante esordio "Enter", nonché dall'impatto delle esibizioni live che, lo assicuro, hanno tutt'altro spessore.

(02/12/2011)

  • Tracklist
  1. 309
  2. Mladek
  3. Schipol
  4. Atackla
  5. Batu
  6. Praise Be Man
Russian Circles su OndaRock
Recensioni

RUSSIAN CIRCLES

Guidance

(2016 - Sargent House)
Inedita asprezza nella sesta prova dell'inscalfibile trio strumentale

RUSSIAN CIRCLES

Memorial

(2013 - Sargent House)
I paladini del post-metal strumentale nel loro ritorno pił convincente

RUSSIAN CIRCLES

Station

(2008 - Suicide Squeeze)

Torna il post-rock apocalittico della band di Chicago

RUSSIAN CIRCLES

Enter

(2006 - Flameshovel)

Russian Circles on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.