Chuck Prophet

Temple Beautiful

2012 (Yep Roc) | garage-roots-rock

Sono trent'anni di onorata carriera da outsider, quelli che si porta in spalla Chuck Prophet. Dopo un decennio controcorrente come chitarrista della band di culto Green On Red il cantautore californiano non è rimasto con le mani in mano. In braccio la sua chitarra e memore degli anni tra la polvere del rock desertico della sua vecchia band e degli insegnamenti del garage-punk, Prophet ha deciso di cantare le lodi di quello che è il suo grande amore: la sua città, San Francisco.

Il suo dodicesimo album in studio "Temple Beautiful" non inventa nulla, anzi, guarda alle radici del rock sorvolandone la storia a volo d'uccello. Un volo dal quale ogni tanto plana per pescare una delle infinite storie di Frisco, avvolgendole in una nebbiolina sottile di relax. È questo, infatti, il mood che si respira a pieni polmoni in tutte le tracce del disco, sia quelle più tirate che quelle più soft.
Chuck dà l'idea di fottersene alquanto di forme e formalismi vari, divertendosi a saltellare tra leggende di giocatori di baseball e di personaggi mitici della storia cittadina (Harvey Milk e l'imperatore Norton su tutti). Così ci si può trovare di fronte al rock catchy di "Play That Song Again", "Castro Hallowe'en" e "I Felt Like Jesus", si può danzare con la title track dal gusto rock'n'roll, tornare alle atmosfere lisergiche dei Green On Red con "Museum Of Broken Heart" e "Willie Mays Is Up At Bat" ma anche sorprendersi nel ritrovare le ipnosi sognanti dei Broken Social Scene (!) in "He Came From So Far Away (Red Man Speaks)".

C'è tutta la West Coast, non solo San Francisco, in quest'album confezionato col sorriso sulle labbra di chi non ha nulla da perdere né da guadagnare, ma che fa solo ciò che ama di più: schitarrare su e giù per i ripidi pendii di Frisco fino al Golden Gate. E fanculo a tutto il resto.




(19/04/2012)

  • Tracklist
  1. Play That Song Again
  2. Castro Halloween
  3. Temple Beautiful
  4. Museum Of Broken Hearts
  5. Willie Mays Is Up At Bat
  6. The Left Hand And The Right Hand
  7. I Felt Like Jesus
  8. Who Shot John
  9. He Came From So Far Away
  10. Little Girl, Little Boy
  11. White Night, Big City
  12. Emperor Norton In The Last Year Of His Life (1880)
Chuck Prophet su OndaRock
Recensioni

CHUCK PROPHET

Bobby Fuller Died For Your Sins

(2017 - Yep Roc)
Il veterano rocker di San Francisco conferma uno scintillante stato di forma

Chuck Prophet on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.