Message To Bears

Folding Leaves

2012 (Dead Pilot) | instrumental folk, post-rock

A seguito di una fortunata campagna di autofinanziamento, si è finalmente materializzato il sogno di Jerome Alexander, quello di vedere una foglia ripiegata a mo' di aeroplanino planare attraverso la finestra aperta (così è stato deciso il titolo del suo secondo album).

Tante cose sono cambiate, però, dal timido crepitare dell'uggiosa elegia "Departures". A partire dall'invadente presenza vocale, che il polistrumentista  inglese non riesce a limitare a una rarefatta liturgia, come nei migliori Balmorhea, ma usa come propulsore di quelle trite progressioni alla Sigur Ros che vanno per la maggiore nel disco. Tra beat elettronici e grandi pennellate d'archi, quasi tutta la magia del progetto Message To Bears svanisce in favore di un blando, indistinto fervore.
Alexander la considera una "evoluzione naturale" della propria musica. Dall'esterno assomiglia invece a una resa all'anonimato.

(31/01/2012)



  • Tracklist
  1. Daylight Goodbye
  2. Wake Me
  3. Mountains
  4. Bird's Tail
  5. Farewell, Stars
  6. Undone
  7. At A Glance
  8. Everything Was Covered In Snow
  9. Unleft
Message To Bears su OndaRock
Recensioni

MESSAGE TO BEARS

Carved From Tides

(2016 - Self-released)
La progressiva standardizzazione del compositore post britannico

MESSAGE TO BEARS

Departures

(2009 - Dead Pilot)
Sobrie trame ambient-folk nel primo album del polistrumentista inglese Jerome Alexander

Message To Bears on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.