Tying Tiffany

Dark Days, White Nights

2012 (Trisol) | electro pop, synth punk

Per l'artista padovana è arrivato il momento di chiudere un nodo di crescita creativa ed emotiva.
Se il precedente "People's Temple" del 2010 era riuscito a dimostrare una forma più internazionale e complessa nelle soluzioni stilistiche, il nuovo "Dark Days, White Nights" potrebbe segnare il passaggio all'età matura, in cui l'attitudine electro-pop e synth-punk dimostrata finora possa indirizzarsi in una forma più evoluta e meno ripetitiva.

Il nuovo album rappresenta pienamente questo tentativo, questa necessità, ma cade nella trappola della dispersione e della vacuità.
Un brano come l'opener "New Colony" è emblematico, con il suo cupo intimismo che cerca una sfumatura gotica, simile a quella di Annie Marie Hurst degli inglesi Skeletal Family, ma si perde in una piatta ripetitività non incisiva.
Il singolo "Drownin" riesce a incunearsi tra i muscoli dell'ascoltatore grazie al suo groove distorto, in bilico fra electroclash e velocità punk, peccato però che sembri un'outtake del precedente Lp.

A metà strada tra questa direzione e un nuovo assestamento troviamo le centrali "She Never Dies" e "Unleashed", che però soffrono il loro bi-frontismo, rimanendo a metà della trasformazione, senza una direzione precisa tra ritmiche serrate e un lirismo oscuro più dilatato che cerca di affermarsi.
Molto più riuscite sono le aperture oniriche di Tiffany in "Sinistral" e "5AM" in cui l'energia elettrica si converte di materia surreale in bilico sulla realtà, con i synth e le chitarre aperte a una luce nuova, positiva e meno inquieta.

In questo movimento eterogeneo all'interno del disco, fra nuovi e vecchi rimandi si crea un'immagine sfocata del tutto, che annacqua il mood generale del disco.
Si raggiunge la fine con "White Night", brano crepuscolare dal cantato malato e ansimante, lineare ma evocativo. Una conclusione decadente e minimale per un disco combattuto e disordinato, in cui alcuni spunti hanno perso rilevanza, soffocati da una struttura estremizzata nei suoi cliché passati.



(19/02/2012)

  • Tracklist
  1. New Colony
  2. Dark Day
  3. Drownin'
  4. Sinistral
  5. She Never Dies
  6. Universe
  7. Unleashed
  8. 5AM
  9. Lepers Of The Sun
  10. White Night
Tying Tiffany su OndaRock
Recensioni

TYING TIFFANY

People's Temple

(2010 - Trisol)
Dark-punk su intelaiatura electro per il bel colpo d'ala dell'ex "Ragazza Suicida"

TYING TIFFANY

Undercover

(2005 - Suoni Di Jato)

News
Live Report
Tying Tiffany on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.