Bell X1

Chop Chop

2013 (Belly Up) | art-pop

Forse pochi sanno che uno degli artefici del sound notturno e decadente, chic-depressivo dei National è uno schivo musicista e produttore, tale Thomas Bartlett, in arte (saltuaria) Doveman. Maestro, insieme al sodale Nico Muhly, nell’arte di spogliare il suono di una band, rendendolo comunque ricco ed emotivo (generalmente attenuando i toni ma sperimentando soluzioni inusuali), Thomas è da qualche tempo ricercato come vero e proprio ispiratore sonoro.
I Bell X1 hanno contattato lui e l’immancabile Peter Katis, probabilmente, per ravvivare un po’ una carriera ormai mestamente incasellata sulla direttrice di un successo marginale (locale, soprattutto, nella loro Irlanda), animato ormai da ben poche fiamme creative. Autori di un pop-rock misto di electro-ballate e reminiscenze indie-rock primi Duemila (un po’ i Frightened Rabbit d'Irlanda), i Bell X1 vorrebbero qui accreditarsi per una maturità da band di rango.

Il miracolo, beh, riesce ancora a Bartlett, che certo snatura il sound della band (“Diorama” potrebbe quasi venire da un suo disco), li traghetta letteralmente su altre sponde, mantenendo di base unicamente la composizione melodiosa ed emotiva di Paul Noonan, rivestendola di un allure sophisti-cata (“Careful What You Wish For”), fatta quasi interamente di arrangiamenti “organici” e suoni smorzati, sui quali la voce di Noonan sussurra i suoi testi, evidenziando il suo talento di paroliere (“Drive-By Summer”). E spingendosi fino a giocosi mantra baritonal-percussivi, in pieno stile National (“Motorcades”, con chiusura di fiati).
L’obiettivo sembra quello di spingersi dalle parti dei migliori Elbow (la bella, matura “A Thousand Little Downers”), con qualche spruzzata soul (“Feint Praise”), senza rinunciare al carattere liberatorio e anthem-ico della propria musica, ma frammentandolo ed edulcorandolo (il riverbero finale di “Starlings Over Brighton Pier”, unica eccezione la tambureggiante, Coldplay-ana “The End Is Nigh”).

Così il lato più stucchevole della musica dei Bell X1 si dilava quasi del tutto, giungendo a quello che ha sì tutte le caratteristiche di un prodotto confezionato – sta ora alla band irlandese confermare che non si tratta di un restyling estemporaneo.

(18/07/2013)



  • Tracklist
  1. Starlings Over Brighton Pier
  2. A Thousand Little Downers
  3. Careful What You Wish For
  4. Diorama
  5. I Will Follow You
  6. Drive-By Summer
  7. Motorcade
  8. Feint Praises
  9. The End Is Nigh

Bell X1 on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.