Destroyer

Five Spanish Songs

2013 (Merge) | songwriter

Prevedibile nella sua totale imprevedibilità, sempre volto a nuovi moli a cui far attraccare il suo vecchio veliero, Dan Bejar è autore che nel tempo ha consapevolmente diviso critica e pubblico, ponendo come unica costante del suo percorso il cambiamento. È un anelito costante, un impulso alla ridefinizione quello dell'artista canadese, a tal punto pronunciato, da spingerlo talvolta ad affermazioni a dir poco sconcertanti.
Era indubbio che i panni del dandy sofisticato che solo due anni anni fa licenziava “Kaputt” avrebbero cominciato a star stretti all'inquieto polistrumentista nell'arco di brevissimo tempo, non vi era proprio margine d'errore a tal riguardo. Stavolta però, la dipartita è ancora più radicale del solito. “L'inglese nel 2013 sembra aver detto tutto quello che aveva da dire. È una lingua buona per le transazioni di lavoro, ma finisce lì”: come a dire che lo stravolgimento a questo giro è ancor più sostanziale che in passato, e che il “disagio” artistico di questo vagabondo da Vancouver ha dovuto volgersi ancora più in là, per trovare conforto alla propria insaziabilità. Il risultato, per l'ennesima volta, rispecchia pienamente il suo autore.

Con i soli Nicolas Bragg e John Collins dei Destroyer a venire in soccorso a Bejar a questo giro (il tastierista Ted Bois si occupa esclusivamente della fotografia del lavoro), e numerosi contributi esterni a completare il parco musicisti, “Five Spanish Songs” è, come da titolo, opera interamente interpretata in lingua spagnola, Ep che taglia i ponti con la tradizione anglosassone, omaggiando infine la lontana patria di Dan, mai dimenticata dallo stesso, finanche coltivata a partire dalla stessa lingua.
Semmai, a stupire è la modalità del tributo: nessun ricorso a chitarre latine, nessun passo di flamenco, niente di niente nel sound che possa rimandare anche lontanamente a calorose ambientazioni iberiche. Per l'occasione, l'autore di Vancouver è andato infatti a ripescare alcune tra le migliore canzoni di Antonio Luque, cantautore di Siviglia che con i suoi Sr. Chinarro ha scritto alcune delle pagine più importanti del pop ispanico. A Bejar è spettato l'arrangiarle e il riadattarle alla propria sensibilità, conferendo loro il suo tocco riconoscibilissimo, quell'attitudine da indie-cosmopolita che ne ha segnato la carriera.

Un tocco che, rincresce dirlo, stavolta convince ben poco: la penna senz'altro è di buon spessore (“Maria de las nieves”, cullante sinestesia pop dalla produzione fortemente dreamy, e “Bye Bye”, qui suonata interamente in acustico, sono tutt'altro che brani insignificanti), e la raffinatezza compositiva di Bejar sempre di notevole livello (si ascolti il taglio samba-funk a descrizione di una più trascinante “Babieca”, oppure il mordente sguainato dalla chitarra nel piglio rock di “El rito”), ma ciò che manca ai brani è una rilettura realmente decisa da parte dello stesso interprete, una performance che lasci per davvero il segno.
Nell'ambito di pezzi così rigorosamente strutturati, la voce di Dan, avvezza più che altro a suggestivi flussi di coscienza, non trova il suo contesto più naturale, diventa quasi la caricatura di se stessa, complice anche la scelta di una lingua, che mal si adatta al suo timbro flebile, da intimo cantastorie. La profonda passione insita negli originali qui fa insomma fatica ad essere trasmessa con la stessa intensità, il lirismo intricato dei testi di Luque quasi snaturato in questo contesto.

Questo ritorno alle origini sarebbe insomma da rivedere: se non dalle fondamenta poco ci manca.

(21/12/2013)

  • Tracklist
  1. Maria de las nieves
  2. Del monton
  3. El rito
  4. Babieca
  5. Bye Bye
Destroyer su OndaRock
Recensioni

DESTROYER

Ken

(2017 - Merge)
Via fiati e archi per far spazio all'elettronica nel nuovo cambio di rotta della band canadese

DESTROYER

Poison Season

(2015 - Merge)
Passano gli anni, ma Dan Bejar continua a incantare con il suo songwriting raffinato

DESTROYER

Kaputt

(2011 - Merge)
Un altro folgorato dagli anni 80: Dan Bejar in un disco dalla forma inappuntabile ma dalla sostanza stucchevole ..

DESTROYER

Archer On The Beach Ep

(2010 - Merge)
Un nuovo esperimento ambient per il cantautore di Vancouver, affiancato da Tim Hecker e Loscil

DESTROYER

Trouble In Dreams

(2008 - Merge)
Nuovo appuntamento con Bejar e il suo songwriting tra sogno e memoria

DESTROYER

Destroyer's Rubies

(2006 - Merge Records)

News


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.