Jˇhann Jˇhannsson

Prisoners (Original Motion Picture Soundtrack)

2013 (WaterTower/NTOV) | soundtrack, modern classical

Difficile che Jóhann Jóhannsson sbagli un colpo. “Prisoners”, la colonna sonora del bel film di Denis Villeneuve, è all'altezza dei suoi capolavori. E dato il successo della pellicola – quantomeno negli Stati Uniti – si prevede che le quotazioni del compositore islandese continuino a salire.

Con l'aiuto di un'intera orchestra, Jóhannsson ha rinnovato il concetto di colonna sonora, arricchendo con le sue caratteristiche ambientazioni nordiche le classiche dinamiche dei film di Hollywood. Tra i musicisti dell'orchestra spicca un gruppo di solisti formato da Thomas Bloch (onde martenot), Erik Skodvin (contrabbasso, violoncello, chitarre ed elettronica), Thomas Bowes (violino solo), Hildur Guðnadóttir (violoncello solo) e Caroline Dale (violoncello solo). Lo stesso Jóhannsson si è occupato di elettronica, chitarre, percussioni e del sontuoso organo della Frederiks Kirke di Copenhagen.

Già dai primi passaggi della colonna sonora si evince la natura crepuscolare dell'opera: temi suonati con gli strumenti solisti doppiati dall'orchestra quasi in punta di piedi (“I Can’t Find Them”); melodie che si aprono lentamente dispiegando tutta la loro malinconia (“ The Search Party”). Una tensione elettrica emerge tra i bassi profondi di “Surveillance Video”, poco prima che con “The Candlelight Vigil” Jóhannsson sveli tutta la dirompente portata della sua orchestrazione. Neanche il tempo di abituarsi all'ariosità del tema che la seguente “Escape” fa tremare la terra con i suoni del violoncello che sembrano provenire dallo sprofondo.

Su “The Tall Man” un beat elettronico dialoga con i suoni dell'orchestra creando una tensione non molto distante da quella dei dischi di Teho Teardo. Tensione che si sciolglie nella melodia stellare di “The Everything Bible”, tra i passaggi più suggesstivi dell'intero lavoro. Nel continuo alternarsi di ombra e luce, risplendono con forza accecante il crescendo di “Through Falling Snow” e il gran finale dell'omonima “The Prisoners”.

(03/04/2014)

  • Tracklist
  1. The Lord's Prayer
  2. I Can't Find Them
  3. The Search Party
  4. Surveillance Video
  5. The Candlelight Vigil
  6. Escape
  7. The Tall Man
  8. The Everyday Bible
  9. Following Keller
  10. Through Falling Snow
  11. The Keeper
  12. The Intruder
  13. The Priest's Basement
  14. The Snakes
  15. The Trans Am
  16. Prisoners

 

Jˇhann Jˇhannsson su OndaRock
Recensioni

JˇHANN JˇHANNSSON

The Mercy (Original Motion Picture Soundtrack)

(2018 - Deutsche Grammophon)
Tra gli ultimi lavori del maestro islandese recentemente scomparso, la colonna sonora di un biopic ne ..

JˇHANN JˇHANNSSON

Englab÷rn & Variations

(2018 - Deutsche Grammophon)
Una pregevole reissue omaggia l'esordio solista del compositore islandese, recentemente scomparso

HILDUR GU­NADˇTTIR & JˇHANN JˇHANNSSON

Mary Magdalene (O.S.T.)

(2018 - Milan)
Tra le ultime colonne sonore del maestro islandese anche il dramma storico-religioso di Garth Davis

JˇHANN JˇHANNSSON

Mandy (Original Motion Picture Soundtrack)

(2018 - Lakeshore)
Ultimo lavoro postumo per il compositore islandese, all'insegna di una scura visionarietà horror-fantasy ..

JˇHANN JˇHANNSSON

OrphÚe

(2016 - Deutsche Grammophon)
La star islandese della neoclassica esordisce anche su Deutsche Grammophon

JˇHANN JˇHANNSSON

Arrival (Original Motion Picture Soundtrack)

(2016 - Deutsche Grammophon)
Il giovane maestro islandese torna alla soundtrack, musicando un emozionante racconto sci-fi

JˇHANN JˇHANNSSON

Sicario OST

(2015 - VarŔse Sarabande)
Dopo il Golden Globe per "La teoria del tutto", il nuovo impegno cinematografico del guru islandese

JˇHANN JˇHANNSSON

The Theory Of Everything OST

(2014 - Backlot Studios)
La consacrazione del guru islandese, reinventatosi compositore per il cinema

JOHANN JOHANNSSON

The Minersĺ Hymns

(2011 - Fat Cat)
Grandiosità orchestrale e contenuto narrativo nella seconda colonna sonora consecutiva del compositore ..

JOHANN JOHANNSSON

And In The Endless Pause There Came The Sound Of Bees

(2010 - Type)
Le inquiete pièce del compositore islandese per una colonna sonora d'animazione

JOHANN JOHANNSSON

FordlÔndia

(2008 - 4 AD)
Un'immersione profonda e coinvolgente in un favoloso non-luogo, accompagnati dalle melodie orchestrali ..

News
Jˇhann Jˇhannsson on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.