BettiBarsantini

BettiBarsantini

2014 (Malintenti) | songwriter, alt-pop

Alessandro Fiori, già apprezzato vocalist dei Mariposa, e Marco Parente, già apprezzato cantautore del rock alternativo italiano, nel 2014 fanno squadra a nome BettiBarsantini. Nel loro primo album il surrealismo di Fiori si piega alla poesia ermetica di Parente, anche nel timbro canoro, e viceversa.

Ne esce una raccolta di rinunciatarie ballate con sentori di crisi di mezz’età: un languido canto a cappella irrora “Terza guerra mondiale” (a metà via tra una ballad britpop e un’imitazione dei Fleet Foxes), “Amleto”, e “Buon compleanno” (una distesa serenata pop), mentre le tastiere elettroniche diventano tic-tac da orologio di piano preparato in “Le parole” e nel folk leggiadro alla Fabio Concato di “Il linguaggio”.
“Dissocial Network” mima il vintage barocco degli Air, ma soprattutto i due si rarefanno nella lenta e lugubre “Lucio Dalla” e negli espliciti echi dei tardi Talk Talk ambientali in “Qualcuno avrà pur le idee chiare”, in effetti un apice di post-rock esistenziale. Tra le due tracce brevi si staglia invece l’isterica Violent Femmes-iana “Puzza di sangue”.

Ameno e futile progetto di abili mestieranti, con una gradevole produzione hi-fi di Alessandro Stefana. Troppi zigzag stilistici, poco coraggio. Meglio, nella stessa vena e analoga impostazione, il coevo Vessel.

(21/03/2014)

  • Tracklist
  1. Dissocial Network
  2. Le parole
  3. Amleto
  4. Terza guerra mondiale
  5. Pavoni
  6. Puzza di sangue
  7. Il linguaggio
  8. Lucio Dalla
  9. Qualcuno avrà pur le idee chiare
  10. Buon compleanno (all’universo) 
BettiBarsantini on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.