Casa

Una fine continua

2014 (Dischi Obliqui) | alt-rock

Dopo l’irrisolto “Crescere un figlio per educarne cento”, i vicentini Casa licenziano il chitarrista appena reclutato Marco Papa per far entrare il giovane Matteo Scalchi e tornano con il disco dal vivo “Una fine continua”.

L’ambito live permette una maggiore vibrazione free-form che forse non emergeva nel predecessore, con fervore vocale Peter Hammill-iano (“Beba la moldava”, “Blues morto”) e persino delirio (“Whodunit!”). Al contrario, il nuovo arrangiamento di “Nick Drake e le maggiormente innovative pièce di “Peggioramenti”, “No” e l’ipersincopata in due tempi “Part Time/Una razza inferiore", perdono qualcosa in termini di appeal.

Tra gli inediti il più ficcante è forse “I sei poli di fascicolazione”, un valente slowcore che equilibra tanto le liriche di Bordignon quanto le improvvisazioni medio-cacofoniche di Scalchi. In “Dal caso alla possibilità” Scalchi invece si limita a un rollio country-rock, un’atmosfera sottile che si sfoga solo nel delirante finale.
Meno convincente è “Mu”, una meta-canzone sofisticata che suona come una copia spartana di Elio. Una ritrovata vena visionaria si affaccia nei 7 strumentali minuti di “Life In Ser.T”, ma i quattro lacerti improvvisati che lo compongono sono quattro quadretti distinti, non correlati e poco sviluppati, ben inferiori alla monumentale “Vicenza” di qualche anno prima.

Inessenziale disco di assestamento per una band senza denominazione. Stavolta non è un complimento e tradisce indecisione, ha accentuate intenzioni intellettuali da avanguardia colta e jazz da una parte e sciapi rigurgiti rock dall’altra. E’ però sincero per essere un live: gran qualità di registrazione, alta professionalità, pochi trucchi.

(07/06/2014)

  • Tracklist
  1. Blues morto
  2. Nick Drake
  3. Bombieri
  4. Part Time/Una razza inferiore
  5. I sei poli di fascicolazione
  6. Dal caso alla possibilità
  7. Life In Ser.T
  8. Beba la moldava
  9. Peggioramenti
  10. Mu
  11. No
  12. Whodunit!
  13. Madonna con cilicio
  14. Volontè Blues
Casa su OndaRock
Recensioni

CASA

L'inottenibile

(2018 - Dischi Obliqui)
Nuova riconfigurazione per il marchio di Bordignon, in veste ora di musica discreta

CASA

Variazioni Gracchus

(2017 - Dischi Obliqui)
Nadir delle ambizioni colte per Filippo Bordignon del complesso vicentino

CASA

My Magma

(2015 - Dischi Obliqui)
Settimo avventuroso album per il complesso vicentino

CASA

Crescere un figlio per educarne cento

(2012 - Dischi Obliqui)
Il nuovo album della sottovalutata band vicentina, tra show personale del leader e nuove sperimentazioni ..

CASA

Peggioramenti

(2010 - Dischi Obliqui)
Il disco più personale della formazione vicentina, la conferma della loro sperimentazione insaziabile ..

CASA

Un giorno il mio principe verrą

(2009 - Dischi Obliqui)
Primo vero album lungo di un'originale formazione vicentina

News
Casa on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.