Foxygen

...And Star Power

2014 (Jagjaguwar) | pop, psichedelia

La storia del rock è già ricca di provocazioni culturali e musicali, spesso nelle sembianze di progetti one-off dal carattere seminale, che non hanno trovato un seguito creativo rispettabile. Molte di queste opere, pur svincolate dal contesto momentaneo, hanno mostrato nel tempo una struttura complessa e sempre intelligente. Ovviamente esistono anche esempi di destrutturazione sonora fini a se stessi che a volte si giustificano con una goliardia anche contagiosa. Uno degli ambiti stilistici più inflazionati è la psichedelia: la sua connaturata impervedibilità permette di variare all’infinito pochi elementi, dando vita a evoluzioni-involuzioni spesso affascinanti.

Un giorno qualcuno ha deciso di affidare ai Foxygen lo scettro della psichedelia post-millennio, lo ha fatto gridando a voce alta delle qualità creative di Sam France, Jonathan Rado, Shaun Fleming e Justin Nijssen, artisti il cui continuo cazzeggio (nessun termine rende meglio l’idea) viene celebrato con recensioni a stelle e strisce e inserimenti obbligatori nelle liste di fine anno.
Divertirsi e giocare con la musica, pur non essendo sempre creativo, è quantomeno piacevole, una caratteristica che ha reso finora la musica dei Foxygen quantomeno singolare. Con “…And Star Power” la band californiana gioca la carta della maturità con un doppio concept-album costruito intorno all’idea, stuzzicante, di un viaggio random tra ipotetiche stazioni radio.
Quello che ha sempre caratterizzato la musica del gruppo, ovvero l’eccessivo richiamo a ritmi e armonie altrui, diventa l’oggetto stesso della loro più lunga escursione musicale. Con un tale presupposto la critica dei contenuti lirici e armonici rischia di essere inadatta a certificare lo stato di salute del gruppo: come si può accusare di nonsense e poca linearità creativa un album che si nutre di questi stessi elementi per dar vita a ipotetiche nuove forme sonore?

“…And Star Power” è diviso concettualmente in quattro piloni o suite che ospitano al loro interno psichedelia leggermente freak (“Star Power Airliner”), accordi di piano alla Elton John-Billy Preston (“Star Power I: Overture”), blues alla Rolling Stones con tanto di urletti rock-macho-gay (“Can’t Contextualize My Mind”), pop-beat miscelato a psichedelia alla Grateful Dead (“How Can You Really”) e anche intelligenti citazioni di Todd Rundgren (“Star Power III: What Are My Good For” e “Star Power IV: Ooh Ooh”).
Il tutto potrebbe anche essere sulla carta molto interessante, ma come avviene quando da ex-ladro diventi per mala sorte un poliziotto, l’esperienza ti apre prospettive che non immagini. Cominci così a chiederti perché l'unica melodia che riesci a ricordare (“You & I” ) sia copiata spudoratamente da Neil Young (“See The Sky About To Rain”) e dai Beatles (“Hey Jude”), o perché “Freedom II” e “Cold Winter/Freedom” cambino continuamente veste sonora senza alcuna connessione, né armonica né concettuale.

La risposta è semplice: “…And Star Power” è un album privo di idee liriche veramente interessanti, con rari momenti piacevoli (“I Don’t Have Anything /The Gate”, “Cosmic Vibrations”, “Talk”) e che eccede nella ricerca di un'originalità che sembra affievolirsi album dopo album. Baciati dall'ambizione e dalle lodi di critica e pubblico, i Foxygen non si sono resi conto che dietro il loro brioso sound e il continuo citazionismo si nasconde un pericoloso precipizio.

(31/10/2014)



  • Tracklist
  1. Star Power Airlines
  2. How Can You Really
  3. Coulda Been My Love
  4. Cosmic Vibrations
  5. You & I
  6. Star Power I: Overture
  7. Star Power II: Star Power Nite
  8. Star Power III: What Are We Good For
  9. Star Power IV: Ooh Ooh
  10. I Don't Have Anything/The Gate
  11. Mattress Warehouse 
  12. 666 
  13. Flowers 
  14. Wally’s Farm 
  15. Cannibal Holocaust 
  16. Hot Summer 
  17. Cold Winter/Freedom 
  18. Can’t Contextualize My Mind 
  19. Brooklyn Police Station 
  20. The Game 
  21. Freedom II 
  22. Talk
  23. Everyone Needs Love
  24. Hang.




Foxygen su OndaRock
Recensioni

FOXYGEN

Hang

(2017 - Jagjaguwar)
Dopo aver provato a essere ambiziosi e credibili, i Foxygen tentano di apparire divertenti

FOXYGEN

We Are The 21st Century Ambassadors Of Peace & Magic

(2013 - Jagjaguwar)
Piccolo Bignami di quarantanni di storia della musica rock e non solo

Foxygen on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.