Frontier Ruckus

Sitcom Afterlife

2014 (Quite Scientific) | power-pop, folk-rock

La mente inarrestabile di Matthew Milia partorisce, a un anno e mezzo da “Eternity Of Dimming”, un altro cumulo di parole in musica, “Sitcom Afterlife”. Dal punto di vista sonoro, si tratta di uno dei loro dischi più particolari, con casuali duetti tra tastiera e tromba (“Down In The Morning We Thought We’d Never Lose”) e arrembanti power-pop (la West Coast Thrills-iana di “Bathroom Stall Hypnosis” e “The Splendid World”) – tracce tra le più tirate e compatte mai concepite dal gruppo.
Niente del caratteristico armamentario della band (la verbosa maniacalità di Milia, la post-adolescenzialità feticista) va così perduto, ma si arricchisce di una nuova sfumatura, non a caso pescata dallo scatolone impolverato degli anni 90: il guitar-pop.

Western e vecchie console arrivano così a convivere nella strumentale “Counterfeits”, riempiendo anche questo “Sitcom Afterlife” di un pantheon di oggetti e di riferimenti personali – la band cerca però qui di puntare, appunto, su arrangiamenti più tirati, come nei Teenage Fanclub di “Sad Modernity”, cercando di risultare meno involuta e autoreferenziale rispetto al passato.
È infatti il rischio più grande, per i Frontier Ruckus, quello di seppellire l’ascoltatore sotto il peso del fiume di parole del suo leader Milia, qui forse più misurato del solito, almeno nei testi. A suonare involuta e autoreferenziale è soprattutto la scrittura musicale, però: i pezzi sono a volte stancanti e capziosi (“A&W Orange And Brown”), altre una ripetizione di cliché di quanto già espresso dalla band (“Crabapples In The Century’s Storm”).

“Sitcom Afterlife” riesce così a fornire un ulteriore tassello a chi segue da sempre la band del Michigan, ma in generale suona un po’ come un’appendice non richiesta.

(11/11/2014)



  • Tracklist
1. The Splendid World
2. Bathroom Stall Hypnosis
3. Sad Modernity
4. Very Well
5. Crabapples In The Century’s Storm
6. Darling Anonymity
7. Down In The Morning We Thought We’d Never Lose
8. Little Henrietta
9. Counterfeits
10. A&W Orange and Brown
Frontier Ruckus su OndaRock
Recensioni

FRONTIER RUCKUS

Enter The Kingdom

(2017 - Sitcom Universe / Loose Music)
Quinto Lp per la band folk-rock di Detroit, con un suono più raccolto

FRONTIER RUCKUS

Eternity Of Dimming

(2013 - Quite Scientific / Loose)
La band di Matthew Milia si propone come erede degli Okkervil River

Frontier Ruckus on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.