Francesco Giannico

Metrophony

2014 (Time Released Sound) | electroacoustic ambient

Con una manciata di ottimi lavori a suo nome, una splendida collaborazione con Fabio Orsi, un paio di altri bei dischi a firma Mark Hamn e una carriera discografica tutto sommato ancora breve, Francesco Giannico è già uno dei fari portanti della sound art nostrana. Da più tempo curatore dell'archivio italiano dei Paesaggi Sonori, un anno e mezzo fa circa ha fondato assieme ad Alessio Ballerini la Oak Editions, piccola e promettente realtà che ha già avuto modo di catturare attenzione a livello internazionale.

Proprio in quello stesso periodo, il giovane artista romano ha raccolto una serie di field recordings percorrendo la linea B e la diramazione B1 della metropolitana di Roma, con l'intento di collezionare fonti sonore che avrebbero poi fatto parte di un'ambiziosa installazione video-sonora, denominata appunto “Metrophony”. La metrofonia descritta dal titolo altro non è se non dunque il suono generato dall'incontro-scontro tra masse di voci umane, ruote metalliche sferraglianti sui binari, motori e scosse elettriche: uno spaccato autentico e impeccabile della frenesia capitolina.

Trasportata su disco al di fuori del suo impianto performativo, la composizione unica derivata dall'esperimento non perde una briciola del suo fascino. Le sequenze armoniche generate al laptop, i flussi melodici e gli arpeggi della chitarra acustica fungono esclusivamente da collante di sfondo, laddove invece protagonisti indiscussi sono proprio gli elementi di cui sopra, in una sorta di capovolgimento concettuale dell'idea originaria di ambient music. Qui insomma è l'ambiente a suonare, a farsi musica, e non la musica a porsi in rapporto necessario e costitutivo con l'ambiente.

Il risultato è un delizioso continuum sonoro che mostra il talento di Giannico nel doppio ruolo di sound artist – laddove la mescola è appunto costituita, nel suo strato fondante e basilare, di field recordings e campionamenti - e musicista in senso stretto – nel contributo organico che funge da solvente chimico per tenere insieme gli elementi. Al punto tale da poter parlare di “Metrophony” come di un'opera totalmente autosufficiente, il cui significativo valore musicale e sonoro va ben al di là del suo essere componente di un processo creativo più ampio (l'installazione).

A riprova ennesima dell'ottimo periodo di sviluppo che il made in Italy ambientale sta vivendo da qualche anno a questa parte.

(29/12/2014)

  • Tracklist
  1. Metrophony
Francesco Giannico su OndaRock
Recensioni

FRANCESCO GIANNICO

Litania

(2014 - Unknown Tone)
Una delle vette del made in Italy ambientale, firmata sottovoce da uno dei suoi profeti

FRANCESCO GIANNICO & STEFANO SPATARO

4 Sonatas for Electroacoustic Thoughts

(2008 - Hysm)
Un noiosissimo esperimento a quattro mani

Francesco Giannico on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.