Wrangler

La Spark

2014 (Memetune) | elettronica

Strano incontro, quello tra Stephen Mallinder dei Cabaret Voltaire e Phil Winter dei Tunng.
Abilmente mediato da Ben Edwards (Benge), “La Spark” è un album di elettropop tecnologico con cascate di sintetizzatori analogici affilati come il metallo, e voci filtrate e rifiltrate fino a perdere qualsiasi conformità umana.
E’ una rinascita di flussi culturali futuristi, che non bramano conquistare nuovi spazi creativi, ma si incuneano in una piacevole atmosfera retrò, che ci ricorda come avevamo immaginato il mondo post-industriale di lì a venire.

La classe e la dimestichezza con la quale Mallinder può affrontare la materia in esame rende l’album non solo godibile ma a tratti perfino stimolante, l’alchimia con i due coautori diventa man mano sempre più appassionata, con “Harder” e “Modern World” a tratteggiare nuove visioni da man-machine e un’ardente “Lava Land” vogliosa di ridisegnare la folktronica per affidarla al futuro.
La sensazione di deja-vu non è disdicevole, e un riascolto più metodico e diligente mette a fuoco delizie elettro-funk (“Space Age”), ossessioni teutoniche in salsa kraut (“LA Spark”) e alchimie stranianti tra chitarre e synth (Modern World”).

Alfine Mallinder e compagni, più che intenzionati a rivoluzionare la storia del pop elettronico, sembrano propensi a ripulire il campo da spavaldi giovanotti privi di talento (penso a Fujiya e Miyagi), per ridare dignità e spessore a una visione musical-culturale cha ancora attende il verificarsi delle sue preveggenze post-futuristiche.

(30/08/2014)



  • Tracklist
  1. Theme from Wrangler
  2. Lava Land
  3. LA Spark
  4. Mus IIC
  5. Space Ace
  6. Harder
  7. Modern World
  8. Peace and Love.


Wrangler on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.