Ensemble Economique

Blossoms In Red

2015 (Denovali) | dark-wave, dark atmospheric music

Continua a partorire frutti con cadenza annuale il percorso di Bryan Pyle a nome Ensemble Economique, che negli ultimi tre anni ha rappresentato un appuntamento fisso nell'autunno Denovali. Perseguendo la sua missione di ricongiungimento fra musica atmosferica e il gergo storico e originario di casa 4AD, l'ex-Starving Weirdos ha infatti seminato nel corso del tempo una gran varietà di sfumature e spunti, molti dei quali talvolta abbandonati per poi essere ripresi in un momento successivo. Proprio i lavori pubblicati per l'etichetta tedesca hanno avviato il (per certi versi necessario) processo di “sintesi”, cercando di plasmare un gergo sempre più personale e riconoscibile ripescando dai tanti stimoli del passato recente e non.

Non sorprende così troppo che “Blossoms In Red” suoni come l'autentico e più naturale successore di “Melt Into Nothing”, il disco che l'anno scorso aveva segnato il ritorno alla celebrazione della darkwave da parte della creatura di Pyle. Laddove dilatazione e immersione erano state a lungo parole-chiave dei suoi lavori recenti, lì come qui ci si trova di fronte a un comeback verso la forma-canzone, declinata lì in forma tendente al sogno, qui in un impianto narrativo ben più “teatrale” ed espressionista. Dunque, chitarre e batteria in primo piano, poco spazio alla componente ambientale (solo due brani su cinque, in simbolica apertura e chiusura) e attitudine compositiva da autentico songwriter.

La novità più importante rispetto alle consuetudini è la presenza di ospiti in ben tre dei cinque brani che l'album raccoglie, quasi a suggellare un tentativo di fuoriuscire dall'ermetismo caratteristico della saga Ensemble Economique, o per lo meno di affidarne la potenza espressiva all'interpretazione (anche) altrui. “You, In Candelight” è in tal senso emblematica: una dark-ballad decisamente vicina agli ultimi Black Tape For A Blue Girl, affidata alla voce della misteriosa J Moon, intenta a fare da sacerdotessa agli arpeggi di Pyle. La title track, co-firmata con i Soft Metal, è una cavalcata liturgica alla maniera dei primi Wolfgang Press, in cui le paranoie analogiche in stile Soft Moon del duo Hixx/Hall fanno da altare al battesimo delle chitarre.

La passeggiata fra gli spettri di “On The Sand” vede ospite un impalpabile Peter Broderick (difficile credere che la gutturale voce in stile Mark Lanegan possa essere la stessa, per dire, di “Colours Of The Night”). Il pezzo è un lungo recital al limite dell'ipnosi che poggia saldamente sul cliché dark più comodo, costituendo un cuore forse non all'altezza del resto del disco. In compenso, l'apertura autenticamente drone di “From The Train Window, Red Flowers On The Mountain” (forse il miglior pezzo atmosferico partorito da Pyle degli ultimi anni) e il finale per cymbal e onde del mare di “Nothing Is Perfect” fanno centro pieno, fungendo rispettivamente da immersione introduttiva e finale aperto.

“Blossoms In Red” è il miglior disco firmato Ensemble Economique degli ultimi anni, laddove questi ultimi vogliano essere fatti coincidere con l'inizio del tentativo di “sintesi” di un intero percorso al quale si è accennato all'inizio. Un obiettivo complesso e ancora lontano, considerata la quantità di tesori sfornata da Pyle in un primo periodo di estasi creativa al limite dell'istrionismo, ma che qui raggiunge finalmente una prima e concreta determinazione.

(26/10/2015)

  • Tracklist
  1. From The Train Window, Red Flowers On The Mountain
  2. Blossoms In Red (feat. Soft Metals)
  3. On The Sand (feat. Peter Broderick)
  4. You, By Candelight (feat. J. Moon)
  5. Nothing Is Perfect
Ensemble Economique su OndaRock
Recensioni

ENSEMBLE ECONOMIQUE

Melt Into Nothing

(2014 - Denovali)
Passaggio nei territori di casa 4AD per la one-man band di Brian Pyle

ENSEMBLE ECONOMIQUE

The Vastness Is Bearable Only Through Love

(2013 - Shelter Press)
Il nuovo lavoro dell'Ensemble Economique, all'insegna dell'ambient-drone

ENSEMBLE ECONOMIQUE

Light That Comes, Light That Goes

(2013 - Denovali)
Brian Pyle festeggia con due album in simultanea il nuovo contratto con Denovali

LEE NOBLE / ENSEMBLE ECONOMIQUE

Motion Forever

(2012 - Hands In The Dark)
Il felice sodalizio noir dell'Ensemble Economique e del californiano "hypna"

Ensemble Economique on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.