Shit And Shine

Everybody's A Fuckin Expert

2015 (Editions Mego) | trance electronics

Se negli ultimi anni avete perso traccia dell'attività a nome Shit And Shine, probabilmente è stato per vostra scelta: dopo l'ultima – definitiva? – sparata massimalista di “Girls Against Shit”, l'irriverente formazione anglo-texana ha accantonato con risolutezza gli strumenti propri del noise-rock per avviare, dopo una breve pausa, una ricerca tutta nuova in territori elettronici; addio, dunque, alle distorsioni annichilenti e ai martellanti tour de force delle batterie multiple, e largo a sintetizzatori e drum machine di provenienza trance e techno.
Un tracciato che negli ultimi sei anni si è affollato di numerose quanto spesso trascurabili pubblicazioni sotterranee, e che nel solo 2015 ne contava già due: “54 Synth-Brass, 38 Metal Guitar, 65 Cathedral”, degna colonna sonora per un clubbing strafatto, e la promenade kraut-jazz in forma recitata di “Chakin'”. Perciò l'apposizione del marchio eMego sull'ultima fatica del diabolico Craig Clouse ci coglie di sorpresa, come a dare definitiva ufficialità e riconoscimento a questo (ormai non più) nuovo corso della band, ancora in fieri e fors'anche destinato a diventare cool.

La buona notizia è che l'approdo sulla rinomata etichetta di Peter Rehberg ha spinto S&S a giocarsi finalmente qualche buona cartuccia, dando corpo a un album che se non altro dimostra una certa coerenza, non soltanto tra le sue tracce ma anche con le sonorità proprie di eMego e degli artisti ad essa afferenti. Sezioni come quella conclusiva (“Rastplatz”, “Stockwell”) paiono rielaborare le miscele techno/rumoriste di Mika Vainio & co. ma senza mai tradire la predilezione per le ritmiche ottundenti – tra i pochi elementi di continuità con le loro origini “analogiche” – e in tal senso “Hay Ride” e “Ass” potrebbero essere scambiate per emulazioni più o meno palesi dell'idioteca radioheadiana.
Con “Bus Stop” e “Clapham North” la beffa continua nell'inventare gli strumentali di un FlyLo svogliato e monocromatico. Grottesche vocette campionate ricorrono nei brani più ballabili, aumentandone il sentore già fortemente orientato al trash: “Chop The Night” e “Workin On My Fitness” sarebbero adatte a commentare il prossimo delirio in bassa definizione dell'Harmony Korine più randomista.

Così l'operato di Shit And Shine continua a essere una rozza dissezione del lato più nevrotico – e assieme scervellato – dell'odierna musica da ballo, una disfatta in termini musicali e umani che si tramuta in una imperfetta forma d'arte basata sulle milleuna variazioni del beat ossessivo. Un'arte minore in aperto conflitto con gli intellettualismi e il buon gusto a tal punto che chiunque, se ci tiene, può dichiararsene un fottuto esperto.

(01/09/2015)

  • Tracklist
  1. Signal Failure
  2. Upside Down Cheeseburger
  3. Bus Station
  4. Wespennest
  5. Hay Ride
  6. Chop The Night
  7. Workin On My Fitness
  8. Picnic Table
  9. Ass
  10. Rastplatz
  11. Stockwell
  12. Clapham North
$hit & $hine su OndaRock
Recensioni

$HIT & $HINE

Total $hit!

(2017 - Diagonal)
L'alter-ego elettronico del progetto noise torna a imperversare nella più scadente musica da club ..

SHIT AND SHINE

Some People Really Know How To Live

(2017 - Editions Mego)
L'irriverente Craig Clouse al secondo giorno da pecora (nera) del roster Mego

SHIT AND SHINE

DIAG004

(2013 - Diagonal Records)
La formazione anglo-americana prosegue nel nuovo corso fatto di leggere divagazioni danzerecce

SHIT AND SHINE

Live on WFMU on Brian Turner's Show 02-26-13

(2013 - Free Music Archive)
Gli Shit And Shine alle prese con il fantasma del jazz negli studi della radio indipendente WFMU

SHIT AND SHINE

Find Out What Happens When People Start Being Polite For A Fucking Change

(2013 - Gangsigns)
Ancora novità ballabili dal duo anglo-texano

SHIT AND SHINE

Le Grand Larance Prix

(2012 - Rock Is Hell)
Triplo vinile per la formazione anglo-texana, nel solco di un electro noise-rock poco ispirato

SHIT AND SHINE

Jream Baby Jream

(2012 - Riot Season)
Il quinto album su Riot Season per la formazione anglo-texana

SHIT AND SHINE

Bass Puppy

(2010 - Badmaster)
Il disco dubstep del misterioso combo anglo-americano

SHIT AND SHINE

229-2299 Girls Against Shit

(2009 - Riot Season)
Ancora un disco di spessore per la band guidata da Craig Clouse

SHIT AND SHINE

Cherry

(2008 - Riot Season)
Torna il caos psych-noise della compagine anglo-texana

SHIT AND SHINE

Küss Mich Meine Liebe

(2008 - Load)
Nuovo assalto sonico per i terroristi anglo-texani

SHIT AND SHINE

Cunts With Roses

(2007 - Noisetar)
La devastante orgia rumorista del collettivo anglo/americano

SHIT AND SHINE

Jealous Of Shit And Shine

(2006 - Riot Season)
Il capolavoro freak-out psych-noise dell'ensemble anglo-texano

Shit And Shine on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.