Two Gallants

We Are Undone

2015 (Ato) | folk-core, alt-folk

A volte tutte le buone intenzioni del caso non sono neanche lontanamente sufficienti per costruire qualcosa di artisticamente pregnante. L’intenzione è proprio ciò che è al centro di “We Are Undone”, nuovo tentativo dei Two Gallants, storico duo “folk-core” di San Francisco, di riaccendere la propria ormai lunga carriera, fatta anche di momentanei abbandoni e ricongiungimenti, più o meno interessanti lavori solisti etc. etc.

I due non sono certo persone che si risparmiano, insomma, e la mistura di ballate pianistiche, su cui si scatena il raglio disperato di Adam Haworth Stephens (“There’s So Much I Don’t Know”), e di più imponenti saturazioni “hard” (la title track).
La sensazione generale è che la scrittura della band non sia in grado di reggere un tono così compreso e intento, finendo per scadere nei cliché della ballata alt-country più o meno contrita. Embrionali oltre il dovuto sono anche i richiami al punk di “Incidental”.

Lo stile, unico, e l’interpretazione salvano più o meno la baracca fino al possibile, ma alla fine emerge tutta l’inconsistenza e la mancanza di idee di questa seconda parte di carriera del duo.

(06/06/2015)



  • Tracklist
  1. We Are Undone
  2. Incidental
  3. Fools Like Us
  4. Invitation To The Funeral
  5. Some Trouble
  6. My Man Go
  7. Katy Kruelly
  8. Heartbreakdown
  9. Murder The Season/The Age Nocturne
  10. There’s So Much I Don’t Know
Two Gallants su OndaRock
Recensioni

TWO GALLANTS

The Bloom And The Blight

(2012 - ATO / Fargo)
Il sofferto e sofferente ritorno del duo "country-core"

TWO GALLANTS

What The Toll Tells

(2006 - Saddle Creek)

News
Two Gallants on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.