A Singer Of Songs

Fading

2016 (Son Canciones) | songwriter, alt-folk

Un casolare in mezzo al nulla, sulle colline della Catalogna. Panorami silenziosi, folate di vento secco e un cavallo battezzato “Supertramp”. È nato lì il nuovo album targato A Singer Of Songs, nell’isolamento bucolico degli studi Pastallé Sound. “In qualche modo ho sempre immaginato colline deserte e freddi cieli notturni, mentre ascoltavo i demo delle canzoni”, racconta Lieven Scheerlinck. “Così, quando il nostro bassista Pau Julià mi ha parlato degli studi Pastallé ho subito capito che si trattava dell’unico posto in cui avremmo potuto realizzare questo disco nel modo in cui doveva essere realizzato. Con molto silenzio intorno, lontano dal mondo che conosciamo. Per trovare la musica nel silenzio”.
Se si ascolta attentamente, si possono sentire in sottofondo persino gli scricchiolii delle assi di legno della vecchia cucina della fattoria. La natura che abbraccia la musica con il suo calore.

 

All’inizio c’era solo qualche parola scarabocchiata su un tovagliolo del caffè dietro l’angolo, l’eco di una melodia che si affaccia improvvisamente alla mente andando a fare la spesa. Poi, lentamente, tutto ha cominciato a prendere forma. Non per la via solitaria degli esordi, ma attraverso una relazione sempre più profonda con gli altri: “Fading” è un passo in più nella metamorfosi di A Singer Of Songs dalla dimensione individuale a quella collettiva. Il disco di una band a tutti gli effetti, rafforzata dall’ingresso di uno degli alfieri della storica formazione indie-rock asturiana Manta Ray, Frank Rudow: “Con nostra grande sorpresa è stato subito sedotto dalle nostre canzoni”, spiega Scheerlinck, “ e dopo esserci incontrati solo una volta è diventato non solo il produttore del disco, ma anche il nostro nuovo batterista”.

 

“The only true company lies in a sad melody”: i versi di “Tall Dreams” suonano come la perfetta sintesi della musica di Scheerlinck. L’arpeggio che sboccia da un fremito polveroso, il passo lieve e sognante che si incammina verso un lento crescendo… Lo stretto legame con il precedente “From Hello To Goodbye” fluisce in un suono omogeneo e organico. L’avvilupparsi del basso porta “Darker Than Dark” verso gli angoli di un’America in penombra, con il violino di Laura Räsänen a evocare i tratti di una danza folk; “Not You” torna a dare voce a quell’inclinazione pop un po’ storta che sarebbe piaciuta a Mark Linkous.

Giusto a metà del percorso, “Fading” trova il suo baricentro nella freschezza melodica di “Alone & Alright”, capace di raccontare la ferita di una separazione con la delicatezza di un chamber-pop acustico. Le mezzetinte, insomma, restano nonostante tutto la chiave del disco, che si mostra più incerto nelle tonalità marcate (dall’enfasi di “Disagreeing Mirrors” ai chorus di “Tall Dreams” e “Not You”).

 

Tra il lirismo di “Sober Now” e il frizzante carpe diem di “Already Gone”, i dieci brani di “Fading” gravitano intorno al tentativo di decifrare il punto in cui è giunta la propria la vita. “”Ho appena compiuto quarant’anni”, riflette Scheerlinck, “e nell’ultimo anno mi sono trovato a fare una sorta di inventario. Che cosa ho fatto fin adesso? Che cosa posso fare ancora? Sono più felice quando mi guardo indietro o dovrei piuttosto guardare al futuro?”.

Ecco allora la dichiarazione d’amore di “I Will Be True” lasciarsi alle spalle l’indecisione in cerca di una nuova solidità, sottolineata anche dalla veste più corposa del brano: “All the sorry stages I went through/ Well, at least they led to you”. Il passato sfuma in una lenta dissolvenza, il presente trascolora già nel domani. Scheerlinck si ferma per un momento lì nel mezzo, provando a riconoscersi nel proprio riflesso. “La conversazione con lo specchio è la più difficile che abbia mai avuto. E non sono sicuro che lo specchio ed io diventeremo mai amici…”.

(18/10/2016)

  • Tracklist
  1. Tall Dreams
  2. Darker Than Dark
  3. Not You
  4. Sober Now
  5. Alone & Alright
  6. Disagreeing Mirrors
  7. I Will Be True
  8. Already Gone
  9. Days In The Sun
  10. The Last Premiere




A Singer Of Songs su OndaRock
Recensioni

A SINGER OF SONGS

From Hello To Goodbye

(2014 - Son Canciones)
Da progetto solista a band vera e propria, Lieven Scheerlinck presenta la sua nuova incarnazione

A SINGER OF SONGS

There Is A Home For You

(2013 - Hi54LoFi)
Alla prova del terzo album, Lieven Scheerlinck arricchisce di nuove sfumature le sue confessioni cantautorali ..

A SINGER OF SONGS

Old Happiness

(2010 - Hi54LoFi)
Il diario per voce e chitarra di un "cantante di canzoni" schivo e autentico

TINY RUINS & A SINGER OF SONGS

Little Notes

(2010 - Underused / Hi54Lofi)

L'incontro tra due voci accomunate dalla passione per il cantautorato folk

A Singer Of Songs on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.