David ┼hlÚn

Hidden Light

2016 (Volkoren) | singer/songwriter, chamber folk

La musica, come la fede religiosa, è per David Åhlén una coltura paziente che nasce dal quotidiano, senza che l'arte prenda mai il sopravvento rispetto al suo fine ultimo. Per questo la produzione del cantautore svedese ha una valenza quasi liturgica, volta ad arricchire e amplificare la forza rigeneratrice della preghiera, umile gesto con cui l'uomo tende la mano al divino e viceversa.

Dall’isola di Gotland sulla quale vive da eremita, Åhlén dà voce a una forma espressiva che, a prescindere dal numero di musicisti coinvolti, è orientata al raccoglimento e al disvelamento di una bellezza tutt'altro che magniloquente, capace di alimentarsi una volta germogliata nell'ascolto.
Tre anni dopo il canto solitario di “Selah”, David torna all'impressionismo cameristico del gioiello “We Sprout In Thy Soil”, circondandosi di pizzicati d’archi e tenui ottoni di scuola Ecm per il debutto sull’etichetta olandese Volkoren, ove tempo addietro era già approdato il profeta Wovenhand coi suoi 16 Horsepower.

Pochi brani per pochi minuti: più o meno la durata di un vespro con inni cantati, due dei quali ereditano i loro versi da salmi e traditional (“Heal Me My Love”, “In Peace”); si uniscono alla lode Nicolai Dunger, affermato songwriter connazionale, e la talentuosa Sofia Jernberg, seconda voce della Fire! Orchestra che con somma eleganza offre un enfatico controcanto a “Majesty”. Da ultimo, il breve excipit strumentale “Recapulatio” inanella poche note di pianoforte nello stile tintinnabuli di Arvo Pärt, ulteriore manifestazione di una struttura minimale che nella sua fragilità si rivolge al sublime.

Con un’ispirazione meno bruciante all’apparenza, Åhlén si rende nuovamente veicolo di una visione ultraterrena la cui presenza non provoca clamore, e come una luce nascosta si fa strada delicatamente, attraversando ogni cosa. 

I see it's coming
Coming through sparks of light
No one will doubt that morning

(18/10/2016)

  • Tracklist
  1. Morning Prayer
  2. Hidden Light
  3. Heal Me My Love (feat. Nicolai Dunger)
  4. Forever
  5. Morning Without Clouds
  6. Majesty (feat. Sofia Jernberg)
  7. In Peace
  8. Recapulatio




David ┼hlen su OndaRock
Recensioni

DAVID ┼HLEN

Selah

(2013 - Mishkan)
Nuove lodi sussurrate alla destra di Dio

DAVID ┼HLEN

We Sprout In Thy Soil

(2009 - Compunctio)
Le rarefazioni vocali del cantautore svedese ci investono di pungenti e incessanti folate

David ┼hlÚn on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.