Wild Nothing

Life Of Pause

2016 (Captured Tracks) | alt-pop

Vanagloria e furbizia si mescolano in porzioni tutto sommato comparabili nell'ultimo prodotto di casa Tatum, estroso gingillo vintage, un ambizioso progetto di design per interni. L'obiettivo dichiarato era, in effetti, la creazione di un disco contenente un mondo, auto-esaustivo e personalizzabile, questa specie di "tinello Lynch-iano", in cui può capitare che sia una drag queen a servirti i pasticcini per il tè.

Un'immagine trita, come in effetti trita è la scenografia imbastita da Wild Nothing, tra la psichedelia d'anticamera di "Adore" e il tropicalismo insipido di "Reichpop": il tutto suona come una confezione contenente un boccone rimasticato, come il soul psichedelico di "A Woman's Wisdom", o più nello specifico il tentativo di riprodurre l'epica synth-rock dei War On Drugs in "To Know You". O ancora la ballata sixties "Adore".
La scrittura di "Life Of Pause" potrebbe essere definita come un Frankenstein zombie, un collage dei vari riferimenti raccolti da Tatum nella sua carriera, senza una scrittura al di sotto che possa dare volontà e personalità ai brani. Emblematica in questo senso la blanda tirata in vecchio stile new wave/Wild Nothing di "Lady Blue" (intercambiabile con "Japanese Alice").

Il tutto suona così vacuo, anche nei momenti migliori, ad esempio nei tentativi di psych-pop suggestivo, immaginifico già tentati con risultati migliori ("Alien", comunque uno dei refrain più memorabili del disco), o nel soul da lounge onirica di "Whenever I".
Decisamente un punto interrogativo nella breve ma anche fortunata carriera di Jack Tatum.

(24/03/2016)



  • Tracklist
  1. Reichpop
  2. Lady Blue
  3. A Woman's Wisdom
  4. Japanese Alice
  5. Life of Pause
  6. Alien
  7. To Know You
  8. Adore
  9. TV Queen
  10. Whenever I
  11. Love Underneath My Thumb
Wild Nothing su OndaRock
Recensioni

WILD NOTHING

Empty Estate

(2013 - Captured Tracks)
Il nuovo Ep di Jack Tatum vira verso l'ambient e la psichedelia, oltre a marcare i riferimenti wave

WILD NOTHING

Nocturne

(2012 - Captured Tracks)
Jack Tatum registra con la band la propria difficile riconferma

WILD NOTHING

Gemini

(2010 - Captured Tracks)
Il pop nostalgico di Jack Tatum, tra pulsazioni sintetiche e riverberi sognanti

Wild Nothing on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.