Clark

Death Peak

2017 (Warp) | idm

Quello tra Chris Clark e la Warp, più che un rapporto lavorativo, è proprio una storia d'amore che va avanti da diciassette anni. L'etichetta di Sheffield, fondata nel lontano 1989 da Steve Beckett e Rob Mitchell, ha contribuito in maniera fondamentale alla sintesi definitiva dell'Idm tanto da diventare la label più importante al mondo in questo campo.
Nella sua reggia si sono fatti le ossa artisti come Aphex Twin, Autechre, Flying Lotus, Oneohtrix Point Never, Boards Of Canada e LFO, solo per citarne alcuni. Da sempre attentissima nella ricerca delle menti più creative del panorama elettronico mondiale, ha dato un contributo così radicale che non è sbagliato parlare di un sound peculiare, definito appunto "warpiano", affermato e riconoscibile da chiunque. Chris, in particolare, ha un rapporto decisamente morboso con l'etichetta londinese - non che la cosa dispiaccia, sia chiaro - la sua carriera nasce, cresce e si evolve nella corte warpiana con all'attivo nove album in studio e almeno una dozzina abbondante di Ep rilasciati per Warp.
La label inglese coccola i suoi pupilli e loro per tutta risposta sfornano album dal sapore unico, che accrescono il consenso sia dell'artista stesso sia dell'etichetta in un sodalizio meraviglioso.

Ci eravamo lasciati con Clark in quel "The Last Panthers" in cui il musicista si spogliava delle vesti di produttore in senso stretto e abbracciava la cultura cinematografica e delle soundtrack create ad hoc per impreziosire ulteriormente la faccenda. Una caratteristica che va particolarmente di moda di questi - si guardi l'esempio dei Mogwai, dei Mokadelic, degli Emeralds ripescati da "Stranger Things" e via dicendo. Il prodigio inglese, che ama mettersi in gioco, dopo la parentesi dalle tinte dark cupissime e dai soundscape desolanti ritorna a fare virtuosismo elettronico con "Death Peak", ultima fatica partorita in casa Warp. All'interno troviamo il trio fulminante tutto in fila formato da "Peak Magnetic", "Hoova", "Slap Drones" che insieme raggiungono una delle vette elettroniche più alte di tutto il 2017: è il Clark dal talento inestimabile, tecnicamente superlativo, che piace sia ai feticisti della qualità sia agli ascoltatori della prima ora particolarmente interessati al lato prettamente "estetico". Il successivo trio "Catastrophe Anthem", "Living Fantasy" e "Un UK" non suona particolarmente incisivo come gli episodi precedenti, come se l'artista si fosse perso nel manierismo.

Grazie Warp, grazie Clark, la vostra storia d'amore è una di quelle che riempiono il cuore di gioia e i timpani di goduria.

(31/05/2017)

  • Tracklist
  1. Spring But Dark
  2. Butterfly Prowler
  3. Peak Magnetic
  4. Hoova
  5. Slap Drones
  6. Aftermath
  7. Catastrophe Anthem
  8. Living Fantasy
  9. Un U.K


Clark su OndaRock
Recensioni

CLARK

The Last Panthers

(2016 - Warp)
Un big della scena electro entra nel mondo delle colonne sonore per serie tv

CLARK

Clark

(2014 - Warp)
L'autobiografia sincera nell'eponimo ritorno dell'ultimo beniamino Warp

CLARK

Feast/Beast

(2013 - Warp)
Chris Clark raccoglie su due cd gran parte dei remix collezionati lungo l'arco della sua carriera

CLARK

Fantasm Planes

(2012 - Warp)
Tre remix e tre inediti per il nuovo Ep dell'inglese

CLARK

Iradelphic

(2012 - Warp / Self)
La raffinata indietronica di Chris Clark in un disco fatto di viaggi, suoni, strumenti, epoche

CLARK

Turning Dragon

(2008 - Warp)
Un melange di moderna elettronica, griffato Warp

CLARK

Body Riddle

(2006 - Warp)
Si accorcia il nome, ma è sempre Chris Clark sotto l'egida Warp

Live Report
Clark on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.