Fitness Forever

Tonight

2017 (Elefant) | retropop, italo-disco

Il pop italiano. Un macro-insieme di sottogeneri che, racchiudendo la produzione nostrana dai tempi di Canzonissima, fino a quella che si potrebbe definire la recente indie-pop exploitation, si perde in mille sfumature sonore fin troppo spesso dicotomizzate in commerciale e non. Eppure, oltre i confini è tutt'altro che disprezzato. Chi indica Moroder come anticipatore di metà dell'elettronica in circolazione, oltre che pioniere della disco-music, chi attinge alla forma-canzone dell'electro-pop italico anni 80-90 tirandone fuori il meglio (Soulwax, Justice e soprattutto Daft Punk), e poi arrivano persino i Phoenix a dedicare un intero disco a un'iperbolica revisione dell'italo-pop glitterato e un tantinello kitsch

I Fitness Forever non si perdono in dicotomie, ma seguono il trend estero. Con "Tonight" siamo a quota tre dischi in studio e nemmeno un calo. Questa formazione di origini partenopee capitanata da Carlos Valderrama (alter-ego ispanico interpretato da Gaetano Scognamiglio) inscena dal 2009 un retro-pop italico mai insulso, malgrado non si prenda sul serio nemmeno per un istante. Non contento di un buon riscontro internazionale, il corpo dei Fitness Forever continua a maturare. Le canzonette beach-pop di "Personal Train" e il pop-funky da cinema poliziesco di "Cosmos" vengono superati in virtù di un nuovo dizionario di riferimenti, creando un bilanciato equilibrio tra citazione e innovazione sul tema della disco music, a metà strada tra i groove che riecheggiavano nello Studio 54 e le imbardate synth-pop mediterranee. Nota a favore per questo nuovo disco: la scelta dell'inglese per buona parte dei brani, con qualche ibridazione di italiano e persino dialetto, che sottolinea la volontà di costruire un'identità comprensibile anche all'estero, ma ugualmente radicata nella nostra penisola.

L'apertura non aspetta compromessi: ci si ritrova lanciati su un dancefloor nel periodo tardo-antico della disco-music, sulle note di una "You And I" dei Delegation velocizzata a ritmi odierni. La title track è purissima disco che non teme rivali nei vari revival di "United", "Random Access Memories" e l'ultimo Bruno Mars. I ritmi del funky regnano incontrastati anche in "Dance Boys" e "Port Ghalib", che divertono poiché creano un curioso anacronismo: mentre sullo sfondo la band sforna groove virtuosi degni degli Elo (in particolare nella seconda, interamente strumentale), Paulita Demaíz interpreta Le Streghe nei suoi panni italo-disco: "Cercavo un angolo/ Un soffio di gloria, un osceno rituale/ Per ritornare ad accendermi ancora una volta". "André" è il passaggio più ironicamente contemporaneo: con un sostegno di electro-pop dichiaratamente french touch, Carlos si abbandona a un canto sensuale in dialetto napoletano.

"Cosa mi hai detto" resta nei ranghi del pop italiano, collocandosi tra new romantic e venature sintetiche di richiamo britannico (Metronomy su tutti). Per chi, invece, soffrisse di nostalgia per gli Abba, c'è una "Dancing Queen" patinata sotto il nome di "Canadian Ranger", che spalancherà le zampe di qualsiasi pantalone. Resta purtroppo confinata a un'unica traccia l'anima latina di Carlos, che si manifesta nella leggerezza di "Carlo", in cui pianoforte e sintetizzatori si alternano su di un lento che intona "Sei tu, per me, lo so, lo sai ormai", con la voce di Nicoletta Battelli nei panni di una ringiovanita Donatella Rettore.

La masterizzazione firmata da Antoine Chabert (già al fianco degli ultimi Daft Punk) è evidente nell'attualità del sound, che si mette al pari con il "Ti Amo" dei Phoenix, permettendosi anche qualche slancio di ritmo in più. Malgrado le beghe sul pop italiano, i Fitness Forever guardano anche al mercato estero (in piena retromania) e - come molti cervelli in fuga - non possiamo dar loro torto. Una buona conferma per la formazione partenopea che non può far altro che continuare il suo viaggio nella storia del pop.

(28/09/2017)



  • Tracklist
  1. Tonight (feat. KIDSAREDEAD)
  2. Dance Boys (feat. Paulita Demaíz)
  3. Canadian Ranger
  4. Andrè
  5. Port Ghalib
  6. Baby Love
  7. Cosa mi hai detto
  8. Arbre Magique (feat. Anna Jean)
  9. Carlo




Fitness Forever su OndaRock
Recensioni

FITNESS FOREVER

Cosmos

(2013 - Elefant Records)
Il secondo personale carosello della formazione campana

FITNESS FOREVER

Personal Train

(2009 - Pippola Music)
L'estate tutta italiana della formazione partenopea, tra un liscio romagnolo e una fisarmonica consumata ..

Live Report
Fitness Forever on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.