Gas

Narkopop

2017 (Kompakt) | ambient-techno

Ci sarebbe da prenderla alla larga, forse alla larghissima. La storia della sua Kompakt, i moniker vari, le collaborazioni e molto altro ancora. E forse non si farebbe nemmeno chissà che torto, visto come ha sempre suonato Gas. E dovrei anche io prenderla alla larga, forse. Perché nei fatti - di "Narkopop" - credo ci sia pochissimo da dire.

Prendete una persona - Voigt - che in quattro dischi ha sviluppato una torsione totale del come era l'elettronica. La dub, la techno (ovattata e crepuscolare come in pochissime altre esperienze), i droni (che fossero celestiali o nebbiosi, poco importava). Tutto in uno, in un loop infinito. Prendetelo ora: uguale a vent'anni fa. Le sfumature, certo. Però ottanta minuti che passano in un baleno, non un filo di sbadigli, nulla di tutto ciò. Il solito viaggio, vuoi in territori più astratti e ambientali, vuoi in altri dove la colonna portante del beat è (quasi) incessante. Pare andare col pilota automatico, sia che si tratti di aprire il battito a scorribande senza fine, sia che si tratti di modellare droni all'ombra delle fronde.

È il Gas di sempre, che mantiene una fortissima impronta naturalista. È "Pop" e "Zauberberg" (così come l'omonimo e "Königsforst") messi insieme, gli spazi per l'ambient più dark e malata è limitato ma forse più sottile, i layer si sfiorano gli uni con gli altri, senti l'odore del muschio, della natura che si riconnette con se stessa.
I sinceramente maestosi e commoventi sette minuti di "Narkopop 5", tra clangori, trombe quasi strozzate e incedere tonante, inscenano mondi vergini e valli incontaminate. Non meno celestiale "Narkopop 10", infinita cavalcata (l'ideale contrappunto di "Pop 7") che levita negli ultimi minuti in direzione cielo. E, nel mezzo, le brume sinistre rinforzate da un 4/4 vellutato della seconda traccia, la dream-ambient di "Narkopop 3", il batter d'ali, i microbeat a pioggia e synth ora sinistri ora celesti delle altre.

Il perenne sentirsi in uno stato di abbandono, di fase rem dell'ascolto, di narcolessia. Questo Gas fa da oltre vent'anni, lo hiatus di diciassette anni non si sente. Che, a volte, si rimanga assolutamente immobili non è poi così un male. D'altronde, come parlano i suoi loop, il tempo è pura fantasia.

(30/04/2017)



  • Tracklist
  1. Narkopop 1
  2. Narkopop 2
  3. Narkopop 3
  4. Narkopop 4
  5. Narkopop 5
  6. Narkopop 6
  7. Narkopop 7
  8. Narkopop 8
  9. Narkopop 9
  10. Narkopop 10
Gas su OndaRock

Monografia

Gas

Lampi nel vuoto

Gas on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.