Girls In Hawaii

Nocturne

2017 (Pias) | alt-pop, indie-rock, songwriter

Corde acustiche e pianoforte: inizia così "This Light", in maniera dolce e vagamente ipnotica, poi entrano gli archi, e via via tutto il resto, una luce fioca che fende il buio, l'epilogo della lunga e complicata elaborazione del lutto che quattro anni fa prese il sopravvento fra i solchi del dimesso "Everest", il disco nato dalla disperazione e dal successivo isolamento di Antoine Wielemans, a causa della scomparsa del fratello Denis, il primo batterista del gruppo.
Oggi Antoine e il fedele Lionel Van Cauwenberge puntano tutto su garbo e malinconia ("Guinea Pig", "Willow Grove", "Up On The Hill"), ingredienti non certo nuovi per i Girls In Hawaii, ma integrando nella propria scrittura un senso di serenità generale, conseguenza di una sempre maggior padronanza dei propri mezzi sposata all'età adulta, che porta inevitabilmente a essere più meditativi, meno irruenti, e soprattutto padri di famiglia.

Il prodigio della nascita ammorbidisce il senso della perdita dei propri cari, e l'emblematico titolo scelto per il quarto disco della formazione belga, "Nocturne", non lascia certo presagire sfuriate elettriche, bensì il desiderio di raccontare nuove sensazioni racchiuse in piccoli bozzetti che puntano a non essere mai troppo convenzionali.
C'è lo spauracchio dei Radiohead che avvolge sia la sublime "Cyclo" che le spire musicali elaborate per le strofe di "Overrated", mentre le derive electro studiate per "Indifference" e "Walk" (anche queste non rappresentano una novità) giungono in tempo per dare movimento alla sequenza dei brani, scuotendo la scaletta da un torpore che avrebbe rischiato di condurre il lavoro verso binari troppo umbratili.

Ogni traccia esalta il gusto per la componente emozionale, e quasi sempre mostra delle interessanti discontinuità, come nel caso di "Blue Shape" e "Monkey", che partono molto lente per poi salire ritmicamente verso il finale.
I Girls In Hawaii non deludono mai, centellinando le pubblicazioni - pur fra mille difficoltà - continuano a diffondere la propria musica sottilmente fragile, nella quale acustico, elettrico e sintetico trovano un'unione di rara bellezza ed efficacia.

(13/10/2017)

  • Tracklist
  1. This Light
  2. Guinea Pig
  3. Cyclo
  4. Indifference
  5. Overrated
  6. Blue Shape
  7. Walk
  8. Monkey
  9. Willow Grove
  10. Up On The Hill






Girls In Hawaii su OndaRock
Recensioni

GIRLS IN HAWAII

Everest

(2013 - Naive)
Elaborare il lutto attraverso canzoni malinconicamente intense: il terzo lavoro della band belga ..

GIRLS IN HAWAII

Plane Your Escape

(2008 - 62 TV Record)

GIRLS IN HAWAII

From Here To There

(2004 - Naive/Self)

Girls In Hawaii on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.