Gun Outfit

Out Of Range

2017 (Paradise Of Bachelors) | country, psych

A volte un’immagine di copertina può svelare tutto ciò che c’è da sapere su un libro o un disco. E' infatti racchiuso nel calore e nella polvere del deserto l’origine del cosmic-folk tratteggiato di psichedelia e acid-rock di “Out Of Range”, quinto album dei Gun Outfit. Non ha mai tradito le origini hardcore, la band di Los Angeles, anche adesso che la malinconia e le radici country-folk hanno preso il sopravvento, le fughe chitarristiche indugiano nelle polverose trame del southern-rock (“Ontological Interrcourse”) o in antiche fattezze country-blues che a suon di bouzouki e violino rimettono in moto lo spirito pioneristico della vecchia America (“The 101”). Questa volta, però, il viaggio avviene in moderni agglomerati urbani, le cui sorti sono legate all’invocazione di vecchi culti, musicalmente adornati di una bellezza arcaica (“Cybele”).

Le voci di Dylan Sharp e Carrie Keith duettano su note di chitarra, violino e banjo, tenendo ben lontano il romanticismo del confortevole country-pop da classifica, non c’è spazio nella musica della band per quel sogno americano ormai trasformato in manifesto pubblicitario ed elettorale di un’America che non esiste più. Non c’è frenesia nella musica dei Gun Outfit, piuttosto vi aleggia la straniante essenzialità armonica di Gram Parsons (“Three Words”), certe indolenze psych-folk  (“Landscape Painter”) e perfino la trasversalità dei Yo La Tengo (“Strange Insistence”). Il suono è denso, fisico e cerebrale nello stesso tempo.

Album come “Out Of Range“ hanno il pregio di riconciliare il country-rock con la grintosa psichedelia dei Meat Puppets (“Sally Rose”) o di rendere concreti i paesaggi immaginari dei Wilco (“Slow Realization”, “Second Decade”) e di Steve Gunn (“Primacy Of Love”). Con il quinto capitolo (il sesto se si tiene conto della cassetta distribuita durante il tour del 2016), la band conferma le intenzioni già manifestate in “Dream All Over” di voler abbracciare fino in fondo la tradizione, rifuggendo i modernismi indie-folk e recuperando in parte lo spirito pioneristico e la musicalità spesso scomoda dei Flying Burrito Brothers o dei Giant Sand. E in questo cammino, nonostante qualche lieve sbavatura in fase di composizione, “Out Of Range” resta un album convincente e stimolante.

(02/03/2018)



  • Tracklist
  1. Ontological Intercourse
  2. Landscape Painter
  3. Cybele
  4. Strange Insistence
  5. The 101
  6. Slow Realization
  7. Sally Rose
  8. Three Words
  9. Primacy Of Love
  10. Background Deal
  11. Second Decade




Gun Outfit su OndaRock
Recensioni

GUN OUTFIT

Dream All Over

(2015 - Paradise Of Bachelors)
La Paradise Of Bachelors lancia la band psych-country di Los Angeles

Gun Outfit on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.