Hoops

Routines

2017 (Fat Possum) | jangle-pop

Per tutti gli amanti del jangle-psych-pop il 2017 è un anno ricco di soddisfazioni, mentre i Real Estate con “In Mind” hanno superato l’impasse susseguente alla perdita di Matthew Mondanile, la creatura di James Payseur (i Beach Fossils) ha messo a fuoco il perfect summer album, sorprendendo anche i fan più incalliti.
Incautamente ignorato e sottovalutato, il disco degli Hoops completa un ipotetico trittico, pur senza possedere l’enfasi e il fascino ruffiano delle altre due band citate.

“Routines” è un album dal suono grezzo, quasi scontroso, a volte la musica sembra provenire da una vecchia radio o da una cassetta ormai desunta (le prime incisioni della band sono infatti state pubblicate su nastro), eppure dietro la voce flebile di Drew Auscherman si celano pregevoli intrecci armonici di chitarra che evocano i Felt e gli Smiths, evidenziando una solida scrittura, che stimolerà non poco anche i fan della compianta Sarah Records.

L’album degli Hoops può suonare leggermente ostico a chi si è assuefatto ai suoni lindi e puliti di molti ingannevoli album lo-fi, ma il ricco patrimonio lirico e il tono sostenuto delle undici tracce convince senza troppe forzature, grazie anche ai costanti riferimenti stilistici che vanno dai Dream Academy (“On Letting Go”, “Underwater Theme”) agli Style Council (“All My Life”).
Come si fa a non pensare alle luminose pagine dei Field Mice ascoltando “Sun’s Out” o alle pregevoli armonie di Maurice Deebank quando arriva la splendida “On Top”, ma c’è perfino un tocco hypnagogic (“Benjals”) e un briciolo di elettro-pop in “Rules” (sembra un demo dei Tears For Fears), anche se tutto l'album è un susseguirsi di piacevoli citazioni anni 80.

Senza alcun dubbio una sana iniezione di shoegaze e un suono più curato avrebbero scongiurato alcuni vistosi contrasti tra le fluide melodie e gli intriganti incastri ritmici, ma quando tutto va nel verso giusto, c’è molto di cui rallegrarsi (“Burden”, “The Way Luv Is”).
In definitiva, “Routines” è un album che consiglierei senza indugi a chi ama il pop più scarno e sognante, invitando invece i più diffidenti a fare uno sforzo in più al fine di apprezzarne il potenziale.

(26/08/2017)



  • Tracklist
  1. Sun's Out     
  2. Rules     
  3. On Top     
  4. Benjals     
  5. Burden     
  6. On Letting Go     
  7. The Way Luv Is     
  8. Management     
  9. All My Life     
  10. Underwater Theme     
  11. Worry 




<
Hoops on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.