Kevin Ayers / Lady June / Ollie Halsall

The Happening Combo

2017 (Market Square) | rock

Gli appassionati della scena di Canterbury hanno atteso a lungo questa raccolta di canzoni registrate tra il 1980 e il 1987 da tre artisti legati da una splendida amicizia. Il nome di spicco è indubbiamente quello di Kevin Ayers, membro originale dei Soft Machine e artefice poi di una variegata carriera solista. L'eclettica Lady June è d'altro canto passata nella storia canterburiana più per la cronaca che per le sue vicende artistiche: è proprio nella sua casa che, infatti, ha luogo la tragedia del giovane Robert Wyatt che cade dalla finestra rimanendo paralizzato dalla vita in giù. Il terzo componente di questo insolito combo è infine anch'esso un musicista semi-sconosciuto, che per il suo eccezionale talento avrebbe meritato davvero molto di più: stiamo parlando di Ollie Halsall, chitarrista dei Patto e dei Tempest, che dagli anni Settanta è entrato stabilmente nella band di Kevin Ayers, dividendo il palco con John Cale e Nico nel celebre concerto del 1° giugno 1974. Oggi nessuno dei tre protagonisti di questa release è ancora vivo e l'uscita del disco è l'occasione giusta per poter celebrare una lunga storia di musica, baldoria e amicizia vera.

Registrato tra New York e Maiorca, il titolo "The Happening Combo" è stato dato da Marvin Siau (curatore del disco), ispirato da una foto scattata fuori dalla casa di Kevin Ayers sulle colline di Deià, in una calda giornata estiva. Le tracce contenute all'interno spaziano da semplici registrazioni acustiche casalinghe, a declamazioni di poesie nonsense, fino a rare esplosioni di hard-rock. Ai componimenti di Lady June - veri e propri happening domestici, tra cui spicca "Sea Cake" già nel disco "Hit & Myth" - fanno da contraltare le canzoni targate Ollie Halsall, che se nei Patto si era fatto conoscere per i suoi assoli granitici, qui lo vediamo viceversa cimentarsi con canzoni pop piuttosto easy-listening ("Somebody Mean", "Leaving It All Behind", "Issue Is Or Issue Ain't", "Ghost Train").
C'è da dire che, a dispetto degli spunti interessanti di alcuni inediti, la qualità del suono di queste tracce non rende sempre onore all'ascolto, essendo state incise con fonti disparate tra cui lo studio mobile regalato da Mike Oldfield a Kevin Ayers, che era stato parcheggiato sul suo vialetto di casa.

I componimenti più eccentrici e movimentati portano la firma di Ayers: a differenza di quelli dei suoi amici, vengono incisi in un vero studio di registrazione a New York con una line-up di primissimo livello, in cui trova posto lo stesso Ollie Halsall. Nel novero vale la pena menzionare la sua esotica cover di "Lay Lady Lay" di Bob Dylan, ma trovano spazio anche "Speeding Heart" e "Gimme A Little Bit" anch'esse presenti nell'album "Diamond Jack And The Queen Of Pain" (1983). L'ultima traccia del disco è la canzone di Marvin Siau "Another Time Before", facilmente riconoscibile ai fan come "Another Rolling Stone" presente nell'album di Ayers "Falling Up" (1988).
Se la qualità del suono delle registrazioni domestiche lascia spesso a desiderare, bisogna d'altro canto sottolineare come il disco valga l'acquisto non solo per gli inediti presenti, ma soprattutto per l'opuscolo di otto pagine contenuto al suo interno, con gli interventi di Marvin Siau e del biografo di Ayers (Martin Wakeling) che oltre ai loro scritti regalano agli appassionati alcune immagini d'epoca mai pubblicate prima.

(21/12/2017)



  • Tracklist
  1. Issue Is Or Issue Ain't
  2. Speeding Heart
  3. Gemini
  4. Somebody Mean
  5. Lay Lady Lay
  6. Sea Cake
  7. Leaving It All Behind
  8. Out Of Season
  9. Gimme A Little Bit
  10. Ghost Train
  11. Fleas Dream Too
  12. Another Time Before


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.