Pan Daijing

Lack

2017 (Pan) | avant, noise, dark ambient, post industrial

È un importante esordio su lunga distanza, quello dell'artista cinese, ora di stanza a Berlino, Pan Daijing. "Lack", questo è il titolo del lavoro, esce in vinile e in digitale per Pan, una delle label più interessanti e innovative nel campo dell'elettronica di ricerca contemporanea. Masterizzato dall'onnipresente Rashad Becker, il disco si avvale dell'artwork di Bill Kouligas, fondatore dell'etichetta tedesca, e delle fotografie di Ralf Marsault.
Come ben sa chi era presente alla presentazione del disco al festival Berlin Atonal, dal vivo l'artista si muove tra danza contemporanea, video e sperimentazioni sonore elettroacustiche. In "Lack" esplosioni catartiche di rumore e tensioni drammatiche trovano un equilibrio che ben traduce su disco l'essenza stessa delle sue esibizioni sul palco, che hanno al centro i temi della corporalità, dei sistemi di controllo, del dolore e della guarigione.

Se i due Ep, "Sex & Disease" (cassetta su Noisekölln Tapes) e "A Satin Sight" (12" su Bedouin Records) si muovevano su versanti più avant-noise e post-techno industrial, già con "Zhao Hua" (brano realizzato con il produttore danese DJ Hvad), presente nella celebre compilation "Mono No Aware" della Pan, l'artista cinese apriva a raffinate melodie ambient, tra accordi di violino ed evanescenti armonie corali.
Il nuovo Lp percorre ancora strade differenti e verte principalmente sulle manipolazioni timbriche (un po' in stile Rashad Becker), un uso particolare della voce e un approccio assolutamente non banale alla materia harsh noise.

Sin dall'inizio, con il brano "Phenomenon" che si avvale anche della collaborazione della cantante soprano Yanwen Xiong, siamo proiettati in una dimensione ipnotica creata attraverso strumenti a corde pizzicati e microtoni realizzati al sintetizzatore. Nella successiva "A Loving Tongue", la voce della Xiong lascia il posto a onde di rumore che crescono su uno sfondo di elettronica synth minimale.
"Practice Of Hygiene", invece, è una claustrofobica sovrapposizione di field recording, sospiri e suoni gutturali. È una dimensione corporale che qui viene crudamente esibita attraverso forme sonore tra il sadico e l'estatico: una sperimentazione estrema sulla trascendenza del corpo non molto lontana da quella che praticano altre giovani noiser come Pharmakon e Puce May.
In "Plate of Order" torna la bellissima voce della Xiong che riprende ed espande il tema di "Phenomenon" su una base rumorista che ricorda un po' le sperimentazioni dei primissimi Einstürzende Neubauten. Successivamente, emerge "Act Of The Empress": un gorgo ansiogeno, oscuro e magmatico in cui onde di rumore implodono su se stesse in una funerea drone music.

Nella seconda parte dell'album ci addentriamo in territori sconosciuti in cui prevale la dimensione più noise e disturbante, con un gong orientaleggiante che segna il tempo in "Come To Sit, Come To Refuse, Come To Surround", tra pulsazioni di rumore e sciabordii sonori che anticipano la catarsi rumorista nella successiva "Eat".
L'estrema versatilità dell'artista cinese le permette di passare dal più caustico harsh noise a "The Nerve Meter", una specie di mantra dissonante alla Steve Reich, per poi tornare nel suo privato inferno sonoro, tra lo stridore di una sega d'acciaio e le inquietanti pulsioni surrealiste di "A Situation of Meat".
Il finale con la splendida "Lucid Morto" offre una mirabile sintesi avant-dark-ambient delle molte anime inquiete che abitano "Lack", un lavoro complesso e teatrale, denso anche di suggestioni cinematiche orientaleggianti che potrebbero rilevarsi una buona colonna sonora per film di registi estremi ma eleganti come Kim Ki-duk.
Il debutto di Pan Daijing è una raffinata deriva noise post-industrial capace di naufragare verso territori "altri" con un approccio raffinato e carnale quanto perturbante.

(11/09/2017)



  • Tracklist
  1. Phenomenon
  2. A Loving Tongue
  3. Practice of Hygiene
  4. Plate of Order
  5. Act of The Empress
  6. Come to Sit, Come to Refuse, Come to Surround
  7. Eat
  8. The Nerve Meter
  9. A Situation of Meat
  10. Lucid Mort
Pan Daijing on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.