Punctum

Remote Sensing

2017 (Σ) | elettronica

Registrato presso l’Elektronmusikstudion di Stoccolma e presentato al Nowhere Festival di Roma, “Remote Sensing” è il primo frutto della collaborazione a nome Punctum tra la compositrice elettronica e chitarrista bolognese Caterina Barbieri, e l’abilissimo producer Carlo Maria. Siamo dinanzi a un progetto colto, teso a disorientare l’ascoltatore mediante l’utilizzo di una strumentazione elettronica tanto “asciutta”, quanto profonda. Le classiche TB 303 e TR 606, unite a un oscillatore e al sempreverde Buchla 200, fungono da attrezzatura ideale per dare vita a un processo di modulazione e reiterazione atto al raggiungimento armonico di piani uditivi solo in apparenza equipollenti, altresì concilianti nella loro morbida sovrapposizione.

“Remote Sensing”, dunque. Un telerilevamento sonoro che punta a definire coordinate ben precise, in una danza di rimbalzi elettronici compatti. Le varie tracce di questo primo Ep del duo Punctum potrebbero metaforicamente definire la colonna sonora di situazioni surreali, spaziali. Lasciarsi cullare da queste sei composizioni è un po’ come ritrovarsi all’interno della cupola della ISS e ammirare il tutto da una prospettiva terza. Inoltre, la saggia alternanza di linee melodiche oscillanti e battiti concisi crea un climax straniante e confortante al tempo stesso. E il crescendo cupo, a tratti terribilmente estatico di “Glory Bitch” espone fin da subito la cifra stilistica di una formula elettronica puntualmente ben calibrata; così come il ping pong cibernetico della successiva “Uncharted” e la pulsazione liquida di “Tensione Fresca” aggiungono ulteriore ipnosi all'intera faccenda.

Ascoltare “Remote Sensing” implica lasciarsi sedurre da un pendolo sonoro efficacissimo e “abbandonare” con la mente il pianeta. L’unico momento in cui i due provano a distaccarsi da questa magnetica alchimia è quantificato nell’incalzante “Quick Botta”, la quale riporta parzialmente indietro le lancette dell’orologio di un quarto di secolo, fermandole ai Novanta e all’epopea dei rave elettronici più disagiati in salsa vagamente hardcore.
Un Ep magnifico che si aggiunge al sommo lavoro solista svolto dalla Barbieri nell’altrettanto funzionale ed estasiante “Patterns Of Consciousness”. 

(04/01/2018)

  • Tracklist
  1. Glory Bitch
  2. Uncharted
  3. Quick Botta
  4. Tensione Fresca
  5. Innocecocchito
  6. Curve Sciolte
Punctum on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.